Ultimo aggiornamento alle 15:31
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Cosenza, il Pd chiama Minniti contro la “mala movida”

COSENZA Il Pd di Cosenza mette nel mirino la “mala movida”. Lo fa in una riunione del terzo circolo, alla presenza di «numerosi cittadini – recita un comunicato stampa -, del vicepresidente regiona…

Pubblicato il: 22/06/2017 – 14:53
Cosenza, il Pd chiama Minniti contro la “mala movida”

COSENZA Il Pd di Cosenza mette nel mirino la “mala movida”. Lo fa in una riunione del terzo circolo, alla presenza di «numerosi cittadini – recita un comunicato stampa -, del vicepresidente regionale di Confesercenti Dino De Santo, dei consiglieri comunali Bianca Rende e Damiano Covelli e dei delegati di vari comitati di quartiere». Il terzo circolo cittadino, presieduto da Carlo Salatino, si è concentrato «sul problema del decoro urbano, della “movida” cittadina, del mancato senso civico di alcuni avventori ed esercenti, soprattutto della mancanza di regole per alcuni locali che, aperti anche oltre gli orari consentiti, mettono a repentaglio la tranquillità dei residenti». I problemi sarebbero concentrati nei quartieri «di Santa Teresa, via Panebianco, zone limitrofe a Corso Mazzini, Via Adige, dove da più tempo sembra che il caos regni sovrano». E «i consiglieri comunali si sono resi disponibili a interessare le commissioni consiliari di tali criticità e a coinvolgere direttamente altri colleghi affinché vengano affrontate le varie questioni direttamente in consiglio». 
Nei giorni scorsi, nell’area di Santa Teresa, un comitato cittadino era sceso in piazza per manifestare contro la vendita fuori orario di bevande alcoliche, la musica ad alto volume anche in orari notturni e soprattutto contro la mancanza di senso civico e di rispetto dei regolamenti comunali. Il Pd offre una sponda a questi cittadini e «si è reso disponibile a un tavolo di concertazione con le varie autorità e gli enti preposti per cercare di trovare soluzioni fattibili a questo problema che da un lato destabilizza l’economia e il commercio e dall’altro infonde nei cittadini un senso di sfiducia e di scoraggiamento».
Hanno preso parte alla discussione anche Alessandro Grandinetti, in qualità di componente del direttivo del circolo e portavoce del Comitato di Via Panebianco, e Gabriella Marini Serra, del Comitato di Santa Teresa, che «hanno esposto – si legge nella nota – tutte le difficoltà e le problematiche che giornalmente affrontano i residenti in queste zone, spesso snobbate da chi dovrebbe invece garantire il rispetto delle regole e soprattutto offrire un maggior decoro urbano alle intere aree».
I rappresentanti dem (e non solo loro) hanno espresso «rammarico per l’assenza di rappresentanti dell’amministrazione comunale, che seppur invitati regolarmente, hanno disertato l’incontro ed hanno così perso l’opportunità di un vero e pacato confronto con i cittadini che aspettavano risposte concrete alle loro istanze da troppo tempo ignorate. Dalla sicurezza, alla mancanza di un vero disegno della città per renderla più vivibile e fruibile, alla futura metropolitana e al futuro ospedale, tanti sono gli argomenti di confronto ma poche in effetti le occasioni che il Comune crea sul territorio, forse perché chiuso sempre più nella mera logica solitaria della gestione del potere».
«Gli organizzatori – chiude la nota – hanno preso l’impegno di stilare un documento con le principali problematiche da sottoporre all’amministrazione comunale, per il tramite della rappresentanza consiliare, ed al ministro dell’interno, Marco Minniti, per conoscere le soluzioni adottate nelle altre città che pure vivono le stesse difficoltà nel conciliare il diritto al divertimento ed alla libera iniziativa economica e quella al riposo notturno, alla libera circolazione e alla sicurezza integrata con il decoro urbano».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x