Ultimo aggiornamento alle 14:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il prefetto ringrazia i migranti. «Ora abbattere la baraccopoli» – VIDEO

Di Bari si è rivolto a chi ha manifestato pacificamente a San Ferdinando: «Sono giorni difficili e la violenza allontana le soluzioni. Ma lo Stato qui si è mosso»

Pubblicato il: 04/06/2018 – 19:02
Il prefetto ringrazia i migranti. «Ora abbattere la baraccopoli» – VIDEO

SAN FERDINANDO «Sono giorni difficili e per questo occorre evitare la violenza che non porta a nulla se non ad allontanare la risoluzione dei problemi». Così il prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari che ha incontrato personalmente una delegazione di migranti che stamattina avevano manifestato a San Ferdinando. Il prefetto, parlando con i giornalisti, ha ringraziato i migranti che tutto sommato hanno svolto una manifestazione pacifica. «Sappiamo – ha detto – che ci sono ancora molti problemi da risolvere ma a San Ferdinando e nella Piana non partiamo da zero. Nell’ultimo anno abbiamo messo in sicurezza circa 750 persone nella nuova tendopoli che abbiamo voluto organizzata in modo tale da garantire il massimo dei diritti e delle condizioni di vita. L’obiettivo adesso è abbattere la baraccopoli perché è un non luogo e perché siamo convinti che l’accoglienza deve andare di pari passo con il rispetto della legalità».
Di Bari ha poi ringraziato quanti in questi mesi e in questi anni hanno lavorato per alleviare le condizioni di vita dei migranti, dai volontari ai rappresentanti della chiesa locale ed ha citato per tutti don Pino Demasi, referente di Libera, la Protezione civile, le associazioni che stanno cercando di dare il massimo impegno per aiutare tutti. «Mai come adesso – ha detto – il territorio è presidiato dallo Stato, serve la massima onestà intellettuale nel riconoscere che lo Stato qui si è mosso e ha cercato di andare incontro alle esigenze di tutti, ragione per la quale occorre allontanare la violenza perché le soluzioni si trovano con il dialogo e con il confronto».
In merito alla richiesta dei connazionali di Soumaila Sacko, che hanno rivendicato come la famiglia voglia riavere la salma, il prefetto si è impegnato a fare di tutto perché ciò avvenga ed infine ha annunciato che presto verrà riconvocato un tavolo per individuare soluzioni abitative diverse e fattibili. Insieme al prefetto Di Bari era presente il questore di Reggio Calabria Raffaele Grassi, ufficiali dei carabinieri e della Guardia di finanza.
https://www.youtube.com/watch?v=CuzVPolugpQ

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x