Ultimo aggiornamento alle 8:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Acquisto di dispositivi medici, la Calabria è la peggiore nei pagamenti

Assobiomedica ha stilato la classifica sui tempi di liquidazione delle spettanze. La maglia nera all’Asp di Crotone che accumula ritardi fino a 456 giorni. Lo scoperto ammonta a circa 163 milioni

Pubblicato il: 15/02/2019 – 15:09
Acquisto di dispositivi medici, la Calabria è la peggiore nei pagamenti

CATANZARO Sono le Aziende sanitarie calabresi le peggiori a livello nazionale in materia di tempi legati ai pagamenti per l’acquisto di dispositivi medici. Lo attesta la classifica sui tempi di liquidazione delle spettanze stilata da Assobiomedica, la federazione di Confindustria che associa le aziende produttrici del settore. In media sono 299, secondo i dati dell’associazione, i giorni necessari per l’effettuazione dei pagamenti contro una media nazionale di 110. La maglia nera della speciale classifica spetta all’Azienda sanitaria provinciale di Crotone che accusa i maggiori ritardi con pagamenti ai fornitori a 456 giorni. Seguono l’Azienda ospedaliera Mater Domini di Catanzaro con 454, l’Azienda sanitaria di Catanzaro (397) e l’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio, sempre del capoluogo, con 376. Lo scoperto complessivo per mancato pagamento di dispositivi medici si attesta su quasi 163 milioni di euro, che rappresenta
l’8,3% dello scoperto nazionale.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x