Ultimo aggiornamento alle 12:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L’area di Aiello contro Abramo: «Clamorosa marcia indietro l’ok a Occhiuto»

I gruppi di Catanzaro, Crotone e Vibo vicini al già senatore e assessore contestano l’endorsement del sindaco del capoluogo al collega cosentino per la presidenza della Regione

Pubblicato il: 12/04/2019 – 21:58
L’area di Aiello contro Abramo: «Clamorosa marcia indietro l’ok a Occhiuto»

CATANZARO «La presa di posizione del sindaco e presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, a favore della candidatura di Mario Occhiuto a presidente della Regione Calabria, denota una clamorosa marcia indietro dello stesso Abramo, il quale, per lungo tempo, ha sempre fatto della “catanzaresità” uno dei pilastri delle sue roboanti dichiarazioni elettorali». Lo affermano i gruppi “Catanzaro da Vivere”, “Crotone da Vivere” e “Vibo da Vivere”, gruppi che politicamente sono vicini alle posizioni del già senatore e assessore regionale Piero Aiello, uno dei big del centrodestra calabrese e catanzarese. «Inoltre – aggiungono “Catanzaro da Vivere”, “Crotone da Vivere” e “Vibo da Vivere”- suona come una clamorosa auto delegittimazione, soprattutto se si pensa al fatto che lo stesso Abramo ha sempre manifestato la sua disponibilità alla candidatura. Pur nel rispetto, dunque, di queste mutate volontà, considerando in aggiunta che il nostro sindaco si ritiene inidoneo alla candidatura, resta di difficile comprensione come Abramo possa, con le sue assurde dichiarazioni, non considerare e ritenere prioritarie potenziali altre candidature alla presidenza della Giunta regionale di altri esponenti del catanzarese e, più in generale, dell’area centrale della Calabria, che potrebbero certamente per professionalità, trasparenza ed esperienza rappresentare l’intero territorio regionale. Noi – conclude la nota di “Catanzaro da Vivere”, “Crotone da Vivere” e “Vibo da Vivere”- così come abbiamo sempre sostenuto, manteniamo la nostra posizione nel centro destra, portando avanti coerentemente e lealmente alcuni concetti da sempre unanimemente affermati: la candidatura spetta al capoluogo, come espressione del centro della regione e che comunque la decisione debba avere carattere inclusivo delle varie anime del partito e della coalizione, aspettando, ove mai si rendesse necessario, il responso delle elezioni europee».
 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x