Ultimo aggiornamento alle 16:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Manna non teme gli avversari: «Sono divisi, pensano solo alle poltrone» – VIDEO

Il sindaco uscente ha presentato la sua coalizione ai sostenitori. «Lunedì in giunta licenzieremo il Piano strutturale comunale». Sui lucchetti ai campi da tennis: «La legalità si fa rispettare anc…

Pubblicato il: 03/05/2019 – 22:22
Manna non teme gli avversari: «Sono divisi, pensano solo alle poltrone» – VIDEO

di Michele Presta
RENDE
Prima di pigiare il tasto rewind e avvolgere il nastro di 5 anni di amministrazione, Marcello Manna sferra i suoi colpi. Ha incassato dai suoi avversari, adesso prova a tirare i suoi ganci. «Gentile e Principe in consiglio e in commissione hanno sempre votato contro di noi e hanno votato, sempre insieme contro i nostri documenti che andavano a realizzare buona parte dei loro propositi da campagna elettorale. Dovremmo rendere queste notizie pubbliche con dei manifesti». Si ferma un attimo. Dalla platea della sala congressi dell’Hotel San Francesco (luogo simbolo di Sandro Principe, ndr) una voce grida: «E fallo». Ma il sindaco è impassibile, nonostante veda le mani delle persone in sala pronte a scattare per l’ultimo applauso. «Hanno votato contro quando c’era da salvare la Rende Servizi, e contro quando c’era da approvare il piano per la struttura sanitaria convenzionata – dice il sindaco –. Adesso però sono divisi solo perché sono persone che vogliono occupare delle poltrone». Una differenza che Marcello Manna mette su due piani distinti e separati, capisaldi di una campagna elettorale pronta a non risparmiare niente e nessuno. «Mi accusano di non aver approvato il Piano strutturale comunale, volete sapere perché? Ogni volta che si doveva discutere di questa pratica i consiglieri sparivano. Tutto andava deserto». E se Mimmo Talarico all’atto del suo insediamento pensa di approvare il documento che stabilisce la linea di sviluppo urbano, Manna prova a bruciare i tempi. «Lunedì 6 maggio il Psc sarà licenziato nella riunione di giunta e daremo avvio anche a tutto l’iter per far presentare le osservazioni ai cittadini. Non ci fermeremo a questo perché discuteremo anche dei Pau, che hanno già creato non troppi problemi. Noi puntiamo ad una giustizia e una equità sociale per tutti i cittadini rendesi».

LE CASSE IN ORDINE Su di un punto non transige. «Dobbiamo pensare a quello che avevamo in eredità e a quello che abbiamo adesso». Manna sul tavolo ha una mappa concettuale con tutti i movimenti di cassa degli ultimi 5 anni. «Svariati milioni di euro di debiti. Le casse comunali completamente vuote e l’ombra del dissesto finanziario. Dal nostro insediamento ad oggi abbiamo appianato tutti i conti, tutti i lavori sono stati pagati e la Rende Servizi lavora con un monte ore maggiorato e che speriamo di incrementare. Novantaquattro persone avevano un contratto part time e adesso lo hanno a tempo indeterminato». E a chi lo accusa di essere stato sindaco a mezzo servizio e di essersi attivato solo ora replica: «Stavo facendo tutto questo, stavo sistemando tutto quello che i nostri rivali ci avevano lasciato in eredità. È vero non sono le cose che Talarico sbandierava quando era all’urbanistica – risponde Manna ai nostri microfoni – ma mi occuperò molto preso anche di via Majorana».

https://youtu.be/AT5e5V1rmsk

I LUCCHETTI AL CAMPO DA TENNIS E nel giorno dell’abbraccio collettivo ai sostenitori Manna trova anche il tempo di mettere fine ad una delle questioni più spigolose che albergano oltre il fiume Campagnano. «Non sono cose che si fanno in campagna elettorale ma noi siamo fatti così, la legalità la rispettiamo sempre», dice il sindaco uscente. I vigili urbani hanno dato esecuzione all’ordinanza di sgombero dell’impianto sportivo di Commenda, nella disponibilità senza titolo, essendo scaduta la concessione dal mese di settembre 2018, dell’associazione sportiva Tennis Club Rende, tra l’altro morosa nel pagamento dei canoni per oltre 100mila euro.  «È un bene pubblico, non è un bene privato – spiega Manna –. Abbiamo ripristinato la legalità anche per consentire l’iter per la prosecuzione di un importante bando pubblico per la riqualificazione dell’intera area, da anni oramai abbandonata, per come riscontrato dai tecnici che sono entrati nell’area».

SOTTO LA COPERTA DEL CIVISMO Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Fausto Orsomarso e il suo collega Gianluca Gallo (coordinatore di Forza Italia) seguono tutta per la serata la presentazione della coalizione. Sei le liste in tutto che appoggiano Manna e tra queste anche Forza Rende, presentata proprio da Gallo. «Abbiamo fatto cinque anni fa una scelta politica e siamo pronti a confermarla. Mi auguro solo che tu possa concludere il tuo progetto e che in Regione si ritrovi un nuovo entusiasmo», dice Gallo lanciando un augurio per il centrodestra anche alle regiobnali. Una nuova forza, e un vigore provato anche dalle intemperie amministrative, permette a Luigi Natalizia di presentare la lista Laboratorio Civico la più vicina e consolidata per il candidato e sindaco uscente. Giuseppe De Luca e Marina Pasqua (assessore in carica) hanno invece presentato la lista Manna Sindaco e Rende in Movimento. Non sono andati per il sottile invece Pasquale Verre (Riformisti per Rende) e Amerigo Castiglione (Arintha). «Per molti noi rappresenteremmo l’ala sinistra della coalizione », dice Pasquale Verre. Lui, ex candidato a sindaco, ci tiene a specificare come con Manna siano stati in grado di trovare un accordo comune nonostante i temi aspri di diversi confronti: «Esistono le buone e le pessime amministrazioni, noi siamo un’ottima amministrazione». Scaglia un attacco frontale invece Amerigo Castiglione: «Mi sono disaffezionato della politica di molti anni fa in questa città perché avevo capito che la partita che stavo giocando era truccata. Oggi tutti chiedono interventi per il centro storico, hanno dimenticato quando preferirono investire i 15 milioni di euro non nella città vecchia ma nel parco acquatico». (m.presta@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x