Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Zingaretti "chiama" i territori (e la Calabria): «Diteci voi come vincere»

Il segretario del Pd dedica un passaggio alle Regionali nel discorso di chiusura dell’assemblea nazionale. «Capovolgere lo schema per cui da Roma si impongono soluzioni. Ma no ad aree feudalizzate»

Pubblicato il: 14/07/2019 – 11:19
Zingaretti "chiama" i territori (e la Calabria): «Diteci voi come vincere»

«È chiaro che seguiremo le regioni. Ma quello che chiedo agli amici dell’Emilia Romagna, della Calabria, della Puglia, così come l’ho chiesto a quelli del Lazio e del Piemonte, è di dirci loro come vincere in quei territori». Il segretario del Pd Nicola Zingaretti lo ha detto nel corso della propria replica finale, al termine degli interventi registrati nell’assemblea nazionale del Pd. Il segretario, riferendosi alle prossime campagne elettorali, ha chiesto un cambiamento di paradigma: «Non riproponiamo schemi nei quali da Roma si chiedono e impongono soluzioni. Casomai, su questo, lo schema va capovolto. In un Partito democratico calabrese nel quale gli scontri sono all’ordine del giorno, ognuno interpreterà a modo proprio le parole di Zingaretti. Che, nei fatti, chiede ai territori di autodeterminarsi e trovare una sintesi perché immagina «un partito regionalista e federalista». Ma sa, il segretario, che i territori portano con sé alcune patologie (politiche) da non trascurare: «Non si può andare avanti con un partito che è un arcipelago di luoghi in cui si esercita in modo disordinato la sovranità. Il regime correntizio appesantisce e soffoca tutto. Ci sono realtà territoriali feudalizzate, che si collocano con un leader o con un altro a prescindere dalle idee, solo per convenienza». A proposito di schemi, quello cui guardare, tra gli altri, passa dalle mobilitazioni dei sindacati. Come quella di Cgil, Cisl e Uil – alla quale Zingaretti ha partecipato – a Reggio Calabria. «Mobilitazioni straordinarie», dice il governatore del Lazio. Che chiede al Pd di stare tra la gente e segna come fondamentale momento di passaggio la “Convenzione per l’alternativa” prevista a novembre. Chissà per quell’epoca i territori avranno scelto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x