Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

La burocrazia della Cittadella diventa "iperattiva" alla scadenza della legislatura

Sono sei le manifestazioni di interesse per il conferimento di incarichi in diversi dipartimenti. Avvisi pubblicati mentre infuriava la battaglia elettorale. Il caso della struttura tecnica di valu…

Pubblicato il: 08/02/2020 – 13:30
La burocrazia della Cittadella diventa "iperattiva" alla scadenza della legislatura

di Michele Presta
CATANZARO
L’attività burocratica alla Cittadella regionale non conosce sosta e pace. Neanche quando per le elezioni si prevede il cambio di guardia al timone della giunta. E così, in attesa della proclamazione degli eletti e dell’insediamento del presidente Jole Santelli, potrebbe sollevarsi la prima grana politica. Riguarda una sfilza di manifestazioni di interesse (sei in tutto) per il conferimento di incarichi (con vari profili) in diversi dipartimenti regionali. Gli avvisi sono stati pubblicati proprio mentre gli aspiranti presidenti e consiglieri si davano battaglia con comizi e passeggiate sotto braccio con i big della politica nazionale. Le manifestazioni di interesse per l’assegnazione degli incarichi riguardano coloro che hanno già rapporti di lavoro a tempo pieno ed indeterminato inseriti nei ruoli della giunta regionale. Traslochi di ufficio o saldi di fine legislatura? Ancora la questione non è ben definita ma non è da escludere che le pezze giustificative che hanno spinto i dirigenti a indire la pubblicazione degli avvisi con carattere di «necessità ed urgenza» e quindi da concludersi in un tempo stretto possano finire proprio all’attenzione (politica) dei neo eletti.
LA STRUTTURA TECNICA IN MATERIA DI VAS Tra le sei manifestazioni di interesse pubblicate tra la metà e la fine di gennaio, quella che desta maggiore curiosità è relativa all’incarico di 21 professionisti da dedicare alla “struttura tecnica di valutazione” e alla “struttura tecnica di valutazione straordinaria” in materia di Vas, acronimo che indica la valutazione ambientale strategica. È da queste strutture che passano i pareri più importanti come per esempio la valutazione ambientale dei piani e dei programmi che la regione intende attuare, o anche l’esame degli aspetti ambientali che precede la realizzazione delle opere, ma l’elenco delle funzioni è lunghissimo. Insomma due strutture determinanti in considerazione di quello che deve essere l’indirizzo politico e non di una giunta. A differenza delle altre cinque manifestazioni di interesse, quella firmata dalla dirigente Orsola Reillo, è stata pubblicata per venti giorni a partire dal 16 gennaio. In considerazione della mole di lavoro di cui dovranno occuparsi le due strutture, erano richieste professionalità che andavano dagli esperti di analisi e valutazione ambientale fino a quelli di pari livello in materia di pianificazione urbana, territoriale e del paesaggio, così come dei processi industriali. Nonché analisi dei rischi industriali e conferimento delle emissioni, esperti di diritto ambientale, sanità e igiene pubblico; analisi di costi benefici; professionalità in materie chimiche. Tra le due strutture insomma è richiesto un campionario di professionisti capaci di unire tutte le sfaccettature che riguardano l’ambiente fino ad arrivare agli esperti di difesa del suolo e geologia e idrogeologia. Come si legge nella manifestazione: «L’assegnazione prevede la corresponsione del trattamento economico accessorio commisurato all’importo previsto per i componenti delle strutture ausiliarie, l’incarico ha durata di un anno, ed è rinnovabile fino a tre salvo la revoca per il mancato raggiungimento dei target, previsti dagli obiettivi assegnati dal presidente della commissione, per scarso rendimento o per assenze in misura superiore al trenta per cento, su base trimestrale». Ma a differenza degli altri avvisi pubblici, la ricerca dei dipendenti da destinare al Vas si estende anche all’esterno, qualora i candidati (pescati all’interno della regione) non avessero i requisiti richiesti. «Per le figure professionali non reperite all’esito della presente manifestazione si procederà attivando un ulteriore procedura selettiva rivolta al personale di ruolo degli entri strumentali e dipendenti della regione, all’eventuale esito negativo si darà corso alla procedura selettiva sussidiaria rivolta ai dipendenti di ruolo di pubbliche amministrazioni e o ad esperti esterni alla pubblica amministrazione in possesso di specifiche conoscenze ed esperienze nelle materie afferenti alla valutazione ambientale».
LE ALTRE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE Nel mese di gennaio si è attivato anche il dipartimento di urbanistica e beni culturali che «tra i dipendi di categoria D con rapporto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato inseriti nei ruoli della giunta regionale» ha cercato il responsabile di unità di monitoraggio del Piano di Azione e Coesione, l’incarico avrà durata annuale e prevede l’erogazione di un incentivo fissato nel disciplinare delle posizioni organizzative. L’avviso firmato dal dirigente Domenico Schiava, è stato pubblicato il 23 gennaio ed è scaduto il 30 gennaio. Sette giorni a partire dal 20 gennaio è stata la pubblicazione della manifestazione di interesse per individuare nove unità di personale regionale «con rapporto di lavoro a tempo indeterminato ed inserito nel ruolo organico della giunta regionale per la prosecuzione delle attività inerenti l’attuazione, il monitoraggio ed il controllo degli interventi relativi al sistema dei trasporti e della logistica, ed in particolare all’attuazione di tutte le misure e delle azioni del Piano regionale dei trasporti» firmato dal dirigente Domenico Pallaria, per questo tipo di attività non è previsto alcun compenso aggiuntivo. E sempre considerata l’urgenza, sette giorni sono durati gli avvisi per «l’individuazione di due unità di personale regionale con rapporto a tempo indeterminato ed inserito nel ruolo organico della giunta regionale, con qualifica di pedagogista e psicoterapeuta con esperienza di almeno tre anni nel contesto delle adozioni internazionali. Servizio Arai , pubblico per le adozioni internazionali». In questo caso la durata dell’incarico è annuale e non è previsto alcun compenso aggiuntivo. Così come l’individuazione di quindici unità da assegnare al dipartimento “Programmazione Nazionale” pubblicata il 17 gennaio e che in sette giorni ha raccolto le candidature per un trasferimento di dipartimento definitivo ma senza l’erogazione di ciascun incentivo. Trasferimento definitivo al dipartimento ma incarico annuale e l’erogazione di un incentivo fissato nel disciplinare delle posizioni organizzative, il posto messo a bando dal dipartimento “Istruzione e attività culturali”, le cui candidature valide sono state quelle pervenute nei sette giorni successivi al 14 gennaio. Dieci giorni invece a partire dal sempre 14 gennaio è rimasta valida la chiamata per la ricerca di 6 persone (per le quali non è prevista maggiorazione economica) da inserire nel dipartimento di Ambiente e territorio per le esigenze del settore Sanzioni Ambientali motivata dalla carenza perdurante di personale. (m.presta@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x