Ultimo aggiornamento alle 23:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

20.20 | Orsomarso: «Per la cassa integrazione servono 110 milioni. Dal governo solo 39»

Ospite del talk 20.20 l’assessore regionale allo Sviluppo economico ha illustrato le misure di sostegno programmate per le imprese. «Non voglio fare polemica, ma mi auguro che gli impegni siano man…

Pubblicato il: 10/04/2020 – 18:11
20.20 | Orsomarso: «Per la cassa integrazione servono 110 milioni. Dal governo solo 39»

LAMEZIA TERME «La fotografia di questo momento è la tanta gente sofferente. Ci stiamo impegnando molto per individuare delle soluzioni alla crisi economica derivante da questo momento storico, ma non è facile, perché dal governo centrale ci attendevamo ben altri impegni».
È uno dei passaggi offerti da Fausto Orsomarso – ospite del talk show 20.20, condotto da Danilo Monteleone e Ugo Floro e prodotto dal Corriere della Calabria e L’Altro Corriere Tv, andato in onda venerdì sera – in una fase in cui la Regione sta programmando il riavvio, la ripartenza del tessuto produttivo calabrese.
«Ci siamo confrontati con i sindacati e prima di varare le nostre, abbiamo atteso le misure emanate dal governo: si parlava di sussidio universale e di cassa integrazione per tutti ma non sono state previste. Per quel che ci compete, abbiamo agito in maniera straordinaria – prosegue l’assessore regionale allo Sviluppo economico – in quanto siamo riusciti ad anticipare una mensilità. E grazie al collega Gallo, stornando fondi dal welfare siamo anche riusciti a prevedere una quota di 500 euro una tantum. Soluzioni che probabilmente basteranno fino al 4 maggio; se non interviene il governo centrale per come aveva promesso, il problema per le piccole imprese calabresi, resta».
Orsomarso rammenta l’impegno messo in campo dalla Regione. «Siamo state fra le prime in Italia ad attivare flussi con l’Inps in un quadro di 11200 domande di sostegno pervenute. Al governo centrale che ci chiedeva una previsione, abbiamo risposto che probabilmente in Calabria saranno presentate 15-20mila complessive per la cassa integrazione, per un impegno di 110 milioni di euro. Il problema è che ad oggi ne hanno stanziati solo 39 milioni. Non voglio polemizzare ma spero che mantengano quanto hanno garantito».
L’ultima parte del collegamento in remoto, è servita al rappresentante di Fratelli d’Italia per fare chiarezza sul progetto regionale “Riparti Calabria”. «Nonostante le speculazioni, si tratta di una delibera di indirizzo, con la quale abbiamo chiesto ai dirigenti della Regione di predisporre una rimodulazione risorse da pescare da un fondo di liquidità. Come amministrazione regionale eravamo pronti ad erogare tutta una serie di provvedimenti, ma abbiamo dovuto attendere quelle del governo, perché non potevamo sovrapporci».
«Nelle prossime ore – spiega ancora Fausto Orsomarso – terremo una conference call con le associazioni di categoria, perché vogliamo utilizzare questo fondo per le piccole imprese calabresi,
giacché per le medie e le grandi imprese saranno disponibili energie nazionali. “Riparti Calabria” è pensato per la fase di ripartenza. Se l’ipotesi di una prima riapertura coinciderà con maggio – conclude l’assessore regionale allo Sviluppo economico – queste risorse per le imprese, per il settore della ristorazione e degli stabilimenti balneari, dovranno essere disponibili per i primi giorni del mese prossimo».
Nel corso della trasmissione andata in onda venerdì sera alle 21 su L’Altro Corriere Tv, hanno partecipato anche Silvano Barbalace, segretario regionale di Confartigianato, Fabrizio D’Agostino, presidente regionale di Federalberghi, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria,  Giuseppe Soluri e mons. Francesco Savino, vescovo della Diocesi di Cassano all’Ionio.
 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x