Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Simboli leghisti sui prodotti calabresi, Pd e M5s insorgono

Gli esponenti a Palazzo Campanella del Partito Democratico annunciano una interrogazione. Critiche anche l’Eurodeputata Laura Ferrara e la parlamentare Federica Dieni: «Ai nostri produttori servon…

Pubblicato il: 18/04/2020 – 13:26
Simboli leghisti sui prodotti calabresi, Pd e M5s insorgono

CATANZARO «La promozione di una campagna di comunicazione a sostegno dei prodotti calabresi, a cura della Vicepresidenza della Regione Calabria ma con il simbolo della Lega, ha scatenato un ampio dibattito. Dopo i diversi interventi sulla stampa, su iniziativa del consigliere regionale Luigi Tassone (primo firmatario), è stata presentata un’interrogazione sottoscritta anche dai consiglieri del Pd Domenico Bevacqua, Nicola Irto, Carlo Guccione e Libero Notarangelo». Ne danno comunicazione i dem di Palazzo Campanella che bocciano l’iniziativa di Nino Spirlì e sostengono che la stessa è «motivo di confusione fra il ruolo istituzionale e quello dei partiti politici, in quanto le finalità dell’operazione possono apparire di carattere politico e non istituzionale, rischiando di alimentare la sfiducia dei cittadini nelle Istituzioni e nella Politica». Tassone, Bevacqua, Irto, Guccione e Notarangelo chiedono pertanto di sapere «se per la progettazione, l’avvio e la diffusione dell’iniziativa siano state utilizzate risorse regionali, comunitarie o comunque pubbliche e se l’attività rientra nelle competenze assegnate dalla presidente della Regione Calabria» e se l’iniziativa possa essere considerata «compatibile con la necessità di trasmettere alla popolazione un messaggio di cambiamento e di trasparenza». I consiglieri regionali, inoltre, chiamano da subito in causa Jole Santelli: «Ci aspettiamo che la Presidente della Regione, considerati anche i tempi del consiglio regionale in questa fase della legislatura, faccia chiarezza ben prima della risposta formale poiché il suo mancato intervento potrebbe essere interpretato come una forma di silenzio-assenso».
Sulla vicenda è intervenuta anche l’Eurodeputata del Movimento 5 stelle, Laura Ferrara che ha scritto: «Mai come in questo momento bisogna promuovere le economie locali ed il consumo dei prodotti regionali. Ma bisogna farlo nel modo giusto, tenendo lontana la propaganda politica e rispettando i ruoli istituzionali che si ricoprono. Il vicepresidente della Giunta regionale calabrese ha lanciato una goffa campagna di promozione in cui accosta il logo della Lega, suo partito, a quello della Regione Calabria, invitando a consumare calabrese. Ovviamente questo (maldestro?) tentativo di promozione ha sortito tutt’altri effetti, un’ondata di polemiche, divisioni e dubbi sulla legittimità dell’operazione che ci auguriamo sia a costo zero». «È inaccettabile che la Lega calabrese usi il simbolo della Regione per fare spicciola propaganda di partito. Mi auguro che la presidente Jole Santelli intervenga e imponga ai membri della sua maggioranza un maggior rispetto delle istituzioni pubbliche». Ha dichiarato la portavoce alla Camera del Movimento 5 stelle Federica Dieni in merito all’ultima campagna “istituzionale” lanciata dal vicepresidente della giunta Nino Spirlì.«Tralasciando il significato della campagna “Scegli calabrese”, piuttosto grottesca dato che a sostenerla è un partito che ha sempre fatto solo gli interessi delle regioni del Nord – continua la deputata –, è davvero inopportuno e politicamente scorretto che il simbolo del movimento di Salvini venga associato a quello della Regione, in quella che può apparire come una una sorta di leghistizzazione della principale istituzione della Calabria».
«La Lega e Spirlì, pertanto – conclude Dieni –, dovrebbero avere il garbo politico di chiedere scusa e di non replicare mai più simili strumentalizzazioni delle istituzioni pubbliche».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x