Ultimo aggiornamento alle 23:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

coronavirus

Covid, aumentano i contagi alla Regione: chiuso il dipartimento Salute

Secondo caso in poco tempo nonostante la sanificazione dei locali. Si teme un focolaio

Pubblicato il: 24/02/2021 – 19:19
Covid, aumentano i contagi alla Regione: chiuso il dipartimento Salute

CATANZARO Un «ipotetico focolaio di infezione da Sars-CoV2». I casi di positivi al Covid-19, fra le stanze e i dipendenti del Dipartimento Salute della Regione Calabria, sono saliti a due in pochi giorni, nonostante i locali siano stati appena sanificati dalla Protezione civile. Per queste ragioni il dirigente del settore ha chiesto la messa in smartworking per il personale dell’intero Dipartimento per almeno una settimana. 

La denuncia del sindacato

Già nei scorsi peraltro il sindacato Csa-Cisal aveva denunciato diversi casi di dipendenti contagiati eppure regolarmente al lavoro. «Una situazione potenzialmente pericolosissima – scrivevano – considerando la facilità del virus di trasmettersi in ambienti chiusi. Negli uffici regionali si corre quindi il rischio che possano esplodere focolai da un momento all’altro». 

La nota dalla Cittadella

«Un ipotetico focolaio» di Covid-19 al dipartimento regionale Tutela della Salute, dove si registrano due casi di positività. È quanto emerge da una nota del dirigente regionale del settore Datore di lavoro-sicurezza dei luoghi del dipartimento regionale Organizzazione, Salvatore Lo Presti, nota indirizzata al direttore generale Tutela della salute Bevere e al dg facente funzioni dell’Organizzazione. Nella nota si parla di una comunicazione di una dirigente di settore del dipartimento Tutela della Salute su «un caso di positività al tampone antigenico Covid-19 di un dipendente afferente al proprio settore. È già il secondo caso segnalato in pochissimo tempo in questo dipartimento, i cui locali sono stati appena sanificati/disinfettati dalla Protezione Civile, il che – prosegue Lopresti – potrebbe far pensare a un ipotetico focolaio di infezione da Sars-CoV2. Analoga richiesta di sanificazione/disinfezione è stata avanzata per questo ulteriore caso dallo scrivente settore al settore Economato che si occupa di queste evenienze». Il dirigente del settore Datore di lavoro-sicurezza chiede infine «quale misura preventiva e precauzionale di tutela della salute dei lavoratori la messa in smart working del personale dell’intero dipartimento per almeno una settimana a partire da oggi con la richiesta di segnalare a questi uffici ogni eventuale caso di positività intercorrente».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb