Ultimo aggiornamento alle 15:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il faccia a faccia

«Vaccinazioni solo per il dipartimento Salute». In Regione scoppia la protesta – VIDEO

Una delegazione del Csa-Cisal contesta Longo. «Ci sentiamo discriminati». Il commissario si impegna a immunizzare tutti entro 10 giorni

Pubblicato il: 19/04/2021 – 14:25
«Vaccinazioni solo per il dipartimento Salute». In Regione scoppia la protesta – VIDEO

CATANZARO «Ci faccia capire come mai ha attivato la vaccinazione per i dipendenti del dipartimento Salute tenendo fuori tutti i dipendenti regionali». Una piccola delegazione del sindacato Csa-Cisal pone la domanda al commissario alla Sanità Guido Longo. Che prova a rispondere: «Per una ragione molto semplice, perché noi abbiamo a che fare…». Risposta che non convince affatto i dipendenti. 
I casi Covid «ci sono stati in tutti i dipartimenti della Regione Calabria» e la delegazione chiede di sapere «in qualche categoria siano rientrati» i neo vaccinati, «perché se fossero stati inseriti nella categoria “Altro” sarebbe gravissimo». 
«Il nostro è un dipartimento a rischio – risponde Longo tra le proteste –, questa è stata la ratio. Anche perché se succede qualcosa qui si blocca…», continua il commissario mentre Gianluca Tedesco, che guida la rappresentanza chiarisce che «a rischio di bloccarsi è tutta l’amministrazione regionale». 
«Faremo per tutti i dipendenti della Regione», continua Longo. «Ci faccia sapere quale vaccino è stato somministrato», chiedono ancora i dipendenti. Gli animi si agitano, i manifestanti si sentono lavoratori di serie B e non sono convinti delle spiegazioni del commissario (secondo il quale negli altri dipartimenti «il pubblico viene e poi se ne va»). Il senso è chiaro: tutti si sentono in pericolo e vivono la scelta come un abuso dell’amministrazione. Anche perché neppure sui tamponi l’azione sarebbe stata trasparente. «Abbiamo diritto ad avere tutti la stessa tranquillità, deve prendere un impegno e dirci che tutti saremo vaccinati come il suo personale», incalzano i dipendenti. 
«Mandatemi gli elenchi di ogni dipartimento», prova a calmare gli animi Longo, che assume l’impegno di far vaccinare tutti i lavoratori davanti al sindacato «in base alle presenze». Quando? «Nei prossimi dieci giorni», chiede il sindacato. Di sicuro se ne riparlerà. 

Il video

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb