Ultimo aggiornamento alle 11:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la lettera

«Miccoli a Cosenza tratta con gli antagonisti e con la destra, Letta lo fermi»

Pubblichiamo la lettera aperta al segretario nazionale del Partito democratico, Enrico Letta, scritta dai Giovani Democratici della città di Cosenza. Caro Segretario, siamo i Giovani Democrati…

Pubblicato il: 21/04/2021 – 17:28
«Miccoli a Cosenza tratta con gli antagonisti e con la destra, Letta lo fermi»

Pubblichiamo la lettera aperta al segretario nazionale del Partito democratico, Enrico Letta, scritta dai Giovani Democratici della città di Cosenza.

Caro Segretario, siamo i Giovani Democratici della Città di Cosenza, più di cento ragazze e ragazzi, iscritti al Partito Democratico, che da anni lavorano per promuovere a Cosenza un progetto progressista per le nuove generazioni.
Abbiamo accolto con entusiasmo l’azione di rinnovamento avviata dalla tua segreteria e stiamo offrendo tutto il nostro supporto alla candidatura a Presidente della Regione Calabria di Nicola Irto, di cui condividiamo profondamente lo spirito.
Siamo però oggi costretti a scriverti perché, mentre in Calabria va affermandosi un modello positivo di costruzione di un fronte politico ampio delle migliori forze della società calabrese, nella Città di Cosenza si assiste alla proposizione di uno schema che ci lascia sconcertati. Non possiamo rimanere silenti, infatti, di fronte al tentativo del commissario Marco Miccoli di delegare la rappresentanza del nostro campo politico in città a un tavolo composto da forze massimaliste e antagoniste, completamente estranee alla tradizione riformista del centrosinistra e ostili in questi anni ad ogni forma di collaborazione, con l’aggravio del pieno coinvolgimento di personalità che hanno a lungo militato nella destra e che hanno avuto ruoli politici nell’amministrazione uscente di centrodestra. Tutto mentre gli elettori del centrosinistra e gli iscritti al Partito Democratico rimangono gravemente inascoltati, ignorati e privati di un momento di ascolto e confronto.
Rivendichiamo, pertanto, il dovere di costruire un’alternativa al modello di Governo della città di Cosenza sperimentato in questi anni, che sia nel contempo coerente con i valori del socialismo europeo e capace di costruire un ampio fronte comune con le forze europeiste, liberali e popolari radicate in città. Un fronte determinato a guidare Cosenza verso le nuove direttrici della transizione ecologica e digitale e della lotta alle disuguaglianze, in linea con gli indirizzi offerti dalla Presidente Ursula von der Leyen e dal Presidente Mario Draghi.
Chiediamo dunque l’azzeramento di questo tavolo di un presunto e artificioso centrosinistra e di ripristinare un principio di ordine democratico, per dare avvio ad un confronto tra le forze del centrosinistra reale e coinvolgere, oltre a noi in qualità di Giovani Democratici cittadini, i circoli del Partito Democratico in città, i rappresentanti del Movimento 5 stelle, del Partito Socialista, di Articolo Uno, di Sinistra italiana, dei Verdi, Azione, di Italia viva, di Più Europa, di Italia in Comune, delle Sardine e di tutte le forze civiche sane che si muovono nell’alveo della promozione della legalità e dell’inclusione.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x