Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

L’indignazione del Sappe: «Politica preoccupata di Battisti e non dei problemi delle carceri»

Wanda Ferro annuncia un’interrogazione parlamentare: «Vogliamo capire se la politica ha consentito a Battisti di lasciare Rossano»

Pubblicato il: 27/06/2021 – 16:51
L’indignazione del Sappe: «Politica preoccupata di Battisti e non dei problemi delle carceri»

CORIGLIANO ROSSANO «I politici che sono andati al carcere di Rossano si sono preoccupati solo di Battisti, non degli altri problemi. È di questo che ci indigniamo noi». Così si esprime Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, dopo il trasferimento a Ferrara di Cesare Battisti (qui la notizia).
Il sindacalista spiega che a Rossano, da mesi «ci sono due detenuti con problemi psichiatrici che dovrebbero essere trasferiti in un altro carcere, ma nonostante il provvedimento continuano a rimanere nel penitenziario rossanese, nella sezione isolamento. Forse perché non si chiamano Cesare Battisti?» è la domanda provocatoria di Durante.
«Uno di loro – racconta – ha aggredito più volte alcuni agenti ed ispettori della polizia penitenziaria, come abbiamo più volte denunciato. Tra l’altro, riferiscono sempre i colleghi, lo psichiatra non è neanche presente tutti i giorni. Quindi, i due detenuti con problemi psichici vengono gestirli prevalentemente la polizia penitenziaria, come avviene ormai in quasi tutti gli istituti italiani. Reclusi – sottolinea durante – che dovrebbero essere gestiti in strutture sanitarie adeguatamente attrezzate e con personale medico e paramedico. Di questi, però, nessuno si preoccupa, così come nessuno si preoccupa del personale che quotidianamente viene aggredito».
«L’avvocato di Battisti dice che la strada per una vera democrazia in Italia è ancora lunga perché è stata data la la notizia del trasferimento di Battisti; noi diciamo che è ancora lunga perché non c’è rispetto per tutti, ma solo per i più noti che godono delle attenzioni politiche e possono permettersi buoni avvocati. Perché c’è più rispetto per chi delinque – conclude il segretario del Sappe – che per i famigliari delle vittime. Di questo dovrebbe indignarsi l’avvocato».

Ferro: «Vogliamo capire se la politica ha consentito a Battisti di lasciare Rossano»

«Si muove ancora il “Soccorso rosso” per il terrorista Cesare Battisti, annoiato dalla vita carceraria e disturbato dalla convivenza con detenuti stranieri. Quasi fosse il viziato ospite di un resort di lusso e non un criminale condannato all’ergastolo per quattro omicidi. Vogliamo capire se e quali sono stati gli interventi politici che hanno consentito a Battisti di lasciare il carcere di Rossano, mentre la stessa solerzia non ci sarebbe stata per altri detenuti con problemi psichiatrici che, secondo quanto riferisce il sindacato Sappe, dovrebbero essere trasferiti altrove. Così come nessuno si preoccupa degli agenti di polizia penitenziaria più volte aggrediti». È quanto afferma il deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, che annuncia una interrogazione parlamentare per fare chiarezza sulla vicenda del trasferimento di Cesare Battisti.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x