Ultimo aggiornamento alle 7:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Infrastrutture

Morelli: «I lavori sulla statale 106 sono la conferma: il Paese ha ingranato la marcia giusta»

Il viceministro delle Infrastrutture sui cantieri del terzo megalotto. «Questi lavori sono la migliore risposta alle promesse mai mantenute»

Pubblicato il: 24/07/2021 – 12:10
di Luca Latella
Morelli: «I lavori sulla statale 106 sono la conferma: il Paese ha ingranato la marcia giusta»

CASSANO ALLO IONIO «Il Piano commissariale per la 106 è l’ulteriore conferma di come il Paese abbia ingranato la marcia giusta».
Il viceministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, Alessandro Morelli – in quota Lega – dopo aver partecipato al summit nel capo base di Villapiana e supervisionato il cantiere del terzo Megalotto della statale 106 è sembrato piuttosto ottimista.

«La 106 prioritaria per il Paese»

«Sono qui per offrire un segnale importante su un investimento da 3 miliardi di euro complessivi per la 106, di cui 1,3 per la Roseto-Sibari. L’arteria sarà, ma lo è già, una priorità per il Paese, grazie al governo Draghi. La statale dovrà collegare, e bene, i territori fra Reggio Calabria e Taranto. Abbiamo incontrato molti sindaci per delineare il cronoprogramma e qualora ce ne fosse bisogno manifestare la piena disponibilità del Ministero delle Infrastrutture».
In tempi di Recovery, il Pnrr «porterà in Calabria una serie di grandi opere tra cui l’alta velocità ferroviaria fino a Reggio: entro il 2026 dovremo completare queste opere altrimenti rischiamo di perderne i finanziamenti».

Alessandro Morelli con l’ad di Anas, Massimo Simonini

Altea, Raffaele e la (ex) strada della morte

Il viceministro rivela poi le sensazioni registrate nel corso della riunione dalle parole dei sindaci e solidarizza con le famiglie dei due ragazzi di 17 e 19 anni – Altea Morelli e Raffaele Misuraca – che sabato scorso hanno perso la vita sulla statale 106.
«È necessario che quest’arteria viaria, fondamentale per la Calabria e per il Paese, colleghi al resto dell’Italia quei territori che fino a ieri sono stati lasciati ai margini. Grazie al governo Draghi e all’impegno dei territori, la statale 106 sarà ricordata come ex strada della morte. Un sentito impeto di cordoglio va alle famiglie dei ragazzi che hanno perso la vita fra sabato e domenica notte».

«Questi cantieri sono la migliore risposta alle promesse mai mantenute»

Il viceministro Morelli ringrazia, poi, gli operai, le maestranze, tutti gli addetti ai lavori «che si stanno impegnando per aggiungere un tassello in più alla realizzazione di un collegamento strategico per la Calabria e per l’intero Sud Italia. Oggi stiamo parlando da un cantiere: la migliore risposta che si possa dare a chi parla di promesse mai mantenute. Dobbiamo guardare avanti ed il Recovery ci offre una lezione che mi auguro si trasformi in una prassi per tutto il Paese: i cronoprogrammi, ovvero come ed in quanto tempo vengono spesi i soldi. Nel caso del terzo megalotto – conclude Alessandro Morelli – stiamo dando prova che questi metodi funzionano e che riusciremo a portare a casa risultati inaspettati fino a poco tempo fa».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb