Ultimo aggiornamento alle 15:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’affondo

Rifiuti, Granata: «Chiara incapacità dei dirigenti della Regione Calabria»

A dirlo, in una nota, il vicario dell’Ato Cosenza Vincenzo Granata

Pubblicato il: 24/07/2021 – 10:24
Rifiuti, Granata: «Chiara incapacità dei dirigenti della Regione Calabria»

COSENZA «Dopo la riunione del 15 Luglio 2021 presso la Regione Calabria, si era concordata la linea da seguire per l’immediata risoluzione delle problematiche relative alla discarica di San Giovanni in Fiore e francamente non riesco a comprendere la nota del direttore generale del dipartimento Ambiente, dove raccomanda l’ATO con la massima urgenza e diligenza le lavorazioni necessarie per la celere ripresa dei conferimenti, cercando di scaricare delle chiare responsabilità in capo all’assetto burocratico della Regione Calabria, incapace di effettuare la necessaria programmazione per uscire fuori dall’emergenza rifiuti in provincia di Cosenza. Altro che inerzia dell’ATO Cosenza che si è sempre contraddistinto per dialogo e operosità, qui c’è una chiara inerzia della dirigenza della Regione Calabria nel compito di programmazione del ciclo integrato dei rifiuti. Inoltre il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani sul territorio della Regione Calabria è stato garantito esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti extra ordinem presidenziali e questo non è un merito per la regione Calabria; anzi, al contrario il ricorso a tale tipologia di atti amministrativi evidenzia maggiormente la chiara incapacità dei dirigenti della  Regione Calabria sia di programmare, organizzare e realizzare i siti necessari al trattamento ed allo smaltimento dei rifiuti su tutto il territorio regionale». A dirlo, in una nota, il vicario dell’Ato Cosenza Vincenzo Granata. «A questo aggiungo che nel caso specifico della Discarica di San Giovanni in Fiore, come mai la Regione Calabria e Il Direttore Generale, non ha posto da quasi due mesi gli atti consequenziali di sua competenza, dimostrando la sua totale inerzia, per la ripresa dei conferimenti? Il percorso procedurale che la Regione Calabria doveva tracciare con celerità prevedeva: l’autorizzazione del sito di stoccaggio temporaneo; il rilascio di Paur a completamento di tutte le procedure previste dalla normativa vigente; la sottoscrizione di convenzione per l’ampliamento della discarica consortile di San Giovanni in Fiore . Solo con un gioco di squadra si può uscire fuori dall’emergenza dei rifiuti in provincia di Cosenza, per questi motivi mi appello a  tutti i soggetti preposti affinché possano trovare una linea di convergenza per rientrare in quella linea di filiera che ci porterà alla ripresa dei conferimenti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x