Ultimo aggiornamento alle 21:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il botta e risposta

Occhiuto risponde a Mirabelli: «Mangialavori è una persona di specchiata correttezza morale»

La replica al capogruppo dei Dem in Commissione antimafia: «La mia coalizione depositerà le liste in Antimafia. Il Pd farà lo stesso?»

Pubblicato il: 05/08/2021 – 14:49
Occhiuto risponde a Mirabelli: «Mangialavori è una persona di specchiata correttezza morale»

ROMA «Il capogruppo del Partito democratico in Commissione Antimafia, Franco Mirabelli, invoca una mia reazione in relazione ad alcune affermazioni di un collaboratore di giustizia che chiama in causa il senatore Giuseppe Mangialavori». Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria che continua: «Intanto mi duole sottolineare come la dichiarazione dell’esponente dem trasudi giustizialismo da tutti i pori. Altro che Movimento 5 Stelle, qui qualcuno che si definisce democratico spedisce in cantina il garantismo e sceglie di imbracciare i forconi dopo aver orecchiato e naturalmente non verificato alcune maldicenze». «Il senatore Mangialavori, – afferma ancora Occhiuto – che mi onoro di annoverare tra i miei amici, è una persona di specchiata correttezza morale, e a suo carico non c’è alcun procedimento giudiziario. Ma tranquillizziamo il buon Mirabelli. La coalizione che sostiene la mia candidatura entro pochi giorni depositerà le liste dei candidati al Consiglio regionale della Calabria alla Commissione parlamentare Antimafia, per il controllo preventivo che io per primo ho chiesto in modo esplicito. Il Pd, caro Mirabelli, farà la stessa cosa?».

Mirabelli (Pd) parla di “caso Calabria”

Era stato il capogruppo dem in Commissione Antimafia a parlare di “caso Calabria” rispetto alla dichiarazioni del pentito Bartolomeo Arena sul presunto sostegno delle cosche di Vibo Valentia a tre politici. «Secondo quanto riportano alcuni organi di stampa, il collaboratore di giustizia Bartolomeo Arena, nel corso del processo Rinascita-Scott, avrebbe rilasciato dichiarazioni secondo le quali il senatore calabrese Giuseppe Mangialavori e l’ex senatore Francesco Bevilacqua sarebbero stati eletti con il sostegno delle consorterie Macrì-Pardea e Lo Bianco-Barba. Si tratta di dichiarazioni preoccupanti e che sarebbero molto gravi, se confermate dalle indagini. Serve che la politica calabrese dimostri la volontà forte di spezzare ogni legame con la criminalità organizzata. Cosa pensa o intende fare in questo senso il candidato a governatore in Calabria e capogruppo di Fi al Senato Roberto Occhiuto, che molto ha insistito per il controllo preventivo delle liste da parte dell’Antimafia e ora non può ignorare questa ennesima vicenda?».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x