Ultimo aggiornamento alle 22:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’emergenza

Calabrese: «La pandemia torna a tuonare e il Gom è senza mezzi e personale»

Il sindaco di Locri denuncia la perdurante «mancanza di assistenza sanitaria» sul territorio. «Ancora una volta ci presentiamo impreparati»

Pubblicato il: 26/08/2021 – 19:02
Calabrese: «La pandemia torna a tuonare e il Gom è senza mezzi e personale»

LOCRI «Positivi in aumento e Covid in forte crescita in tutto il territorio. Davanti a questa situazione ancora una volta ci presentiamo impreparati ad affrontare questa nuova e prevedibile fase del Covid». Così il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, che denuncia la perdurante mancanza di assistenza sanitaria sul territorio.
«Il Gom di Reggio Calabria, che ha rappresentato un’eccellenza e un riferimento certo non solo per la città di Reggio ma per l’intera area metropolitana, oggi si è ritrovato senza personale e senza mezzi. – aggiunge – I pazienti disperati arrivano al pronto soccorso Covid del Gom, dove trovano personale altrettanto esasperato e disperato che non sa come affrontare la nuova situazione emergenziale. Al personale precario assunto per l’emergenza non è stato rinnovato il contratto, le nuove assunzioni annunciate non sono state effettuate, le pressanti richieste e segnalazioni dell’eccellente Commissario Fantozzi sono rimaste inascoltate, i centri covid filtro sul territorio della provincia sono praticamente inesistenti».
Secondo Calabrese «l’aumento dei casi degli ultimi giorni, con ben tre comuni della Locride in zona rossa, ci prospetta una situazione difficile e preoccupante come quella attraversata nello scorso inverno a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno. Quanti morti dovremo ancora piangere per colpa di una sanità che non funziona e di una politica costantemente distratta?» Si chiede il sindaco.
«Nei mesi scorsi abbiamo solo sentito parlare di attenzione positiva nei confronti della sanità da parte del commissario di governo, da parte la regione Calabria, da parte del ministro della Salute. Ovviamente solo chiacchiere, chiacchiere e solo chiacchiere. L’unica verità è che oggi il pronto soccorso Covid del Gom di Reggio Calabria è in evidente affanno e malgrado l’impegno del personale sanitario e del commissario Fantozzi non si intravede adeguata soluzione. Serve con estrema urgenza innesto di personale, servono reparti Covid sul territorio, serve un intervento rapido urgente da parte delle autorità preposte per garantire il diritto alla salute dei cittadini. Quanto si sta verificando oggi è inaccettabile». E conclude: «È auspicabile che il Commissario Longo esca dal limbo e intervenga con la massima urgenza. Esca immediatamente dagli uffici della cittadella e si rechi al Gom di Reggio Calabria e negli ospedali della nostra provincia e, soprattutto, adotti qelle soluzioni ormai improcrastinabili che i cittadini reclamano. Attendiamo fiduciosi e speranzosi…di non morire prima».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb