Ultimo aggiornamento alle 20:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Parco archeologico di Soriano, risolta la controversia tra Comune e Domenicani

Un risultato raggiunto grazie all’impegno del capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo

Pubblicato il: 02/09/2021 – 12:57
Parco archeologico di Soriano, risolta la controversia tra Comune e Domenicani

È arrivata la fumata bianca nella controversia tra Comune e Domenicani, non senza difficoltà e con il rischio concreto che si andasse a perdere il finanziamento di 1,3 milioni di euro che la Regione Calabria aveva concesso per il parco archeologico di Soriano. Un risultato raggiunto grazie all’impegno del capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo, che si è fatto carico della necessità di una mediazione ed è intervenuto con il presidente facente funzioni Nino Spirlì affinché le parti venissero riunite per trovare una soluzione. Un impegno nato dall’impegno sul territorio di Fratelli d’Italia, e in particolare del capogruppo cittadino e referente per la Valle del Mesima Franco D’Agostino, il quale sin dall’inizio è stato convinto che attraverso il dialogo il problema si potesse risolvere, scongiurando quella che sarebbe stata una grave perdita per l’intera comunità sorianese. D’Agostino si è rivolto quindi al proprio referente politico in Regione, il consigliere Filippo Pietropaolo,  evidenziando la necessità di una mediazione per evitare che, per una contesa tra ente pubblico e istituzione religiosa, Soriano Calabro perdesse il finanziamento. Il consigliere Pietropaolo  ha quindi lavorato assiduamente con il presidente Spirlì affinché si trovasse una soluzione soddisfacente sia per il Comune che per l’istituzione religiosa. Superate le difficoltà, si è raggiunto finalmente un risultato positivo. «Il nostro compito come amministratori deve essere anche quello di far prevalere il dialogo e le buone prassi per la crescita delle nostre comunità – ha commentato Pietropaolo – e alla fine si è trovata la giusta soluzione. Devo prendere atto con soddisfazione che l’intelligenza e la buona volontà degli interlocutori ha prevalso. Sono contento che il presidente Nino Spirlì si sia speso in questo senso, consentendo di salvaguardare gli interessi e l’immagine di questa comunità. Il parco archeologico di Soriano rappresenta un attrattore importante per lo sviluppo del territorio».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb