Ultimo aggiornamento alle 9:41
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 6 minuti
Cambia colore:
 

VERSO LE REGIONALI

Tajani: «Occhiuto prospettiva positiva. E sulle liste nessuno può darci lezioni»

Il coordinatore nazionale di Forza Italia alla presentazione delle liste: «Saremo il primo partito». Mangialavori sull’addio di Abramo: «Scelte sue…»

Pubblicato il: 09/09/2021 – 17:15
Tajani: «Occhiuto prospettiva positiva. E sulle liste nessuno può darci lezioni»

LAMEZIA TERME «I sondaggi dicono che ci sarà uno straordinario successo di Roberto Occhiuto, della lista di Forza Italia e della seconda lista di Forza Italia. Noi abbiamo l’ambizione e la convinzione che Forza Italia sarà il primo partito in Calabria». A dirlo è stato il coordinantore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, a Lamezia Terme per la presentazione dei candidati di Forza Italia e della lista Forza Azzurri a sostegno del candidato governatore Roberto Occhiuto.

«Proseguire l’opera della Santelli, un nostro fiore all’occhiello»

«Portiamo avanti – ha spiegato Tajani – le nostre proposte e le nostre battaglie per difendere la Calabria, per continuare l’opera di Jole Santelli e per far arrivare in Calabria tutti i fondi del Recovery Plan per far crescere un territorio che dev’essere collegato al resto d’Italia. Noi siamo favorevoli al Ponte sullo Stretto, in modo che possa passare l’Alta velocità: è vero che c’è già l’alta capacità, un lavoro che aveva portato a termine Jole Santelli, ma ora puntiamo all’Alta velocità. Vogliamo migliorare i trasporti di questa regione, in particolare quelli ferroviari, i collegamenti con il porto di Gioia Tauro. Sono tutte proposte concrete. Poi naturalmente – ha aggiunto il coordinatore di Forza Italia – la nostra battaglia a livello nazionale per ridurre la pressione fiscale. Abbiamo chiesto, e per fortuna i partiti hanno seguito le nostre idee, un rinvio fino a metà 2022 per le cartelle esattoriali per tutte le categorie colpite dal Covid. Noi vogliamo con la nostra azione anche al governo far crescere la Calabria. E questo significa aiutare tutti gli italiani, poter sperare e sorridere. Queste sono le cose concrete che vogliamo fare per convincere i calabresi a votare. I sondaggi naturalmente dicono che i calabresi vogliono Occhiuto e il centrodestra alla guida della Regione e li convinceremo con i contenuti delle nostre proposte».
Tajani ha poi aggiunto: «Mi pare che sia stato fatto molto dalla compianta Jole Santelli, che aveva difeso la Calabria anche nei momenti più difficili con il governo giallorosso. C’era un governo di sinistra che aveva quasi preso di punta la Calabria, Jole Santelli ha difeso gli imprenditori calabresi, è stata la prima a riaprire quando si poteva riaprire, il suo esempio è stato seguito anche dalle altre regioni. È la dimostrazione che un governo a guida Forza Italia punta sulla Calabria che lavora, che produce, sulle imprese, sull’agricoltura, dando speranze ai giovani calabresi che noi vogliamo restino».

Giuseppe Mangialavori, Antonio Tajani e Roberto Occhiuto

«Prospettiva positiva per la Calabria con Occhiuto»

Tajani quindi ha evidenziato: «Grazie al lavoro della ministra Carfagna e di Forza Italia nel governo Draghi siamo riusciti a ottenere un cambio di passo incrementando le risorse destinate dal Pnrr al Sud dell’Italia, arriveranno fondi anche per la Calabria per tanti progetti. C’è quindi una prospettiva positiva per la Calabria. Bisogna saper governare bene questa stagione, e mi sembra che Roberto Occhiuto, con la grande esperienza amministrativa e politica che ha, sarà il miglior governatore possibile per la regione nei prossimi anni».

«Sulle liste pulite nessuno può darci lezioni»

«Roberto Occhiuto ha fatto un eccellente lavoro sulle liste, è stato il primo a puntare sulla trasparenza, noi non dobbiamo prendere lezioni da chicchessia su questo argomento», ha quindi aggiunto Tajani. Rispondendo poi a una domanda sul leader della Lega Salvini, secondo cui sarà il Carroccio il primo partito in Calabria, ha ribadito: «Il primo partito sarà Forza Italia, siamo contenti se i nostri alleati prenderanno voti, ma sono sicuro che il primo partito sarà il nostro e la lista degli azzurri sarà la seconda forza politica. Nessuna schermaglia, siamo convinti che Forza Italia sia la forza più rappresentativa, quella che esprime il candidato presidente, erede di Jole Santelli che ha fatto tanto bene per la Calabria e che – ha sostenuto il coordinatore nazionale di Forza Italia – ricorderemo sempre come fiore all’occhiello del nostro soggetto politico».

Mangialavori gelido: «Abramo? Scelte sue…»

A tenere banco ovviamente è il recente divorzio da Forza Italia del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo. Tajani sostanzialmente ha “dribblato” la domanda, più esplicito, anche se sintetico e un po’ gelido, è stato il coordinatore regionale di Forza Italia, Giuseppe Mangialavori. «Scelte sue. Noi andiamo avanti e siamo sicuri che otterremo un ottimo risultato. Naturalmente, in bocca al lupo a lui», ha detto Mangialavori. Che poi ha rimarcato: «Ci auguriamo che i cittadini ritrovino entusiasmo, ritrovino fiducia nella classe politica e si possano ricredere sul ceto politico. Noi ce la mettiamo tutta. Come Forza Italia abbiamo lavorato in questi giorni per fare delle liste assolutamente forti. Un mix di politici con esperienza associati a tanti professionisti, tante persone che vengono dalle professioni e – ha concluso Mangialavori – sono sicuro che questa volta i concittadini apprezzeranno questo nostro sforzo».

Occhiuto: velocizzare la spesa sulle infrastrutture

Più neutro (e comprensibilmente visto il ruolo attuale) il giudizio di Roberto Occhiuto sul sindaco di Catanzaro. « Abramo – ha riferito il candidato governatore – mi aveva informato qualche giorno prima. Io sono il capogruppo di Forza Italia, quindi ho chiaramente interesse che le mie liste principali, che sono Forza Italia e Forza Azzurri, abbiano un grande risultato, ma ora sono soprattutto il leader della coalizione di centrodestra e, quindi, rispetto tutte le esperienze anche Coraggio Italia. Se Sergio ha deciso di impegnarsi in quella lista, per quanto mi riguarda, siccome quella lista fa parte del centrodestra, è una lista – ha osservato Occhiuto – che avrà sicuramente in lui un valido protagonista». «I primi mesi di questa legislatura sono stati, comunque, mesi straordinari», ha poi evidenziato Occhiuto spiegando che «Jole Santelli aveva incominciato a dimostrare al Paese che la Calabria è una bella regione che ha classe dirigente di qualità. Spirlì si è trovato a gestire l’ordinario, era il vice di Jole, ed ha gestito l’ordinario facendo quello che poteva fare. Il centrodestra, comunque, è dato da tutti per vincente. Molti ritengono che questo avvenga perchè la sinistra è divisa, ma la sinistra è divisa anche a Roma, a Napoli. Hanno tre candidati in ogni città dove si vota, come in Calabria. In Calabria, invece, il centrodestra – ha aggiunto Occhiuto – è dato per vincente perchè evidentemente ha candidature autorevoli, classe dirigente di qualità e forse anche perchè ha scelto un candidato presidente con l’esperienza giusta per governare la regione» . Il candidato governatore si è poi soffermato sulle infrastrutture. «La Carfagna ieri ha detto alla Camera, ma mi aveva informato prima, che il governo è impegnato a reperire le somme ulteriori rispetto a quelle già impegnate per concludere la 106. Si doveva fare in questi anni di legislatura regionale. Abbiamo le risorse del Pnrr e, quindi, non vanno sprecate: va velocizzata la spesa. Non solo quella per le grandi infrastrutture, ma anche quella per le piccole infrastrutture che sono di competenza dei Comuni. Per esempio – ha concluso Occhiuto – chiederò alla Carfagna di istituire in Calabria una sede decentrata dell’Agenzia per la coesione che possa servire da agenzia che offre anche la progettazione ai Comuni. La mia idea è quella di dire ai Comuni: potete ricorrere alle risorse della Regione per gli investimenti e potete farlo con i vostri progetti oppure, se volete, la Regione vi dà le risorse ed i progetti per velocizzare la spesa» .

(c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb