Ultimo aggiornamento alle 13:31
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

L’appuntamento

Occhiuto a Confagricoltura: «Pronti al confronto». Statti: «Dialogo avviato»

Primo incontro dell’associazione con i candidati governatore. Il leader dell’associazione: «Quattro appuntamenti per illustrare le strategie»

Pubblicato il: 13/09/2021 – 20:08
Occhiuto a Confagricoltura: «Pronti al confronto». Statti: «Dialogo avviato»

LAMEZIA TERME «Occorre avere una Regione autorevole per essere più forti là dove si decidono le sorti dei territori, la riforma della Pac e le risorse che spettano alla Calabria». Lo ha detto Roberto Occhiuto candidato del centrodestra alla carica di presidente della Regione a margine dell’incontro che si è svolto nella sede di Confagricoltura Calabria.  Un appuntamento fortemente voluto dal presidente dell’associazione Alberto Statti e che rappresenta il primo dei quattro incontri organizzati da Confagricoltura Calabria con i candidati presidenti della Regione. «Vorrei utilizzare i miei rapporti nazionali – ha proseguito Occhiuto – per rendere la Calabria più forte lì dove si prendono queste decisioni». Sui rapporti tra istituzioni e rappresentanti di categoria, il candidato azzurro ha sottolineato che: «mi piacerebbe confrontarmi continuamente con chi rappresenta coloro i quali vivono quotidianamente i problemi che i politici conoscono solo per averli studiati. Quando li studiano». Occhiuto ha poi sostenuto che «la Regione che ho in mente dovrà fare leva sulle esperienze, sulle competenze di chi è protagonista sui territori».
A proposito dell’incontro Occhiuto lo ha definito positivo: «Mi è piaciuto molto – ha detto – perché Confagricoltura, come le altre organizzazioni che si occupano del settore ha grandi competenze ed esperienze. A me piacerebbe arricchire il governo regionale con queste esperienze e con queste competenze».
E sui progetti futuri, Occhiuto ha annunciato attenzione massima ai distretti e alle filiere agricole. «Ovunque ci siano stati casi di successo nel comparto agricolo – ha detto il candidato governatore del centrodestra – questi sono dovuti a investimenti importanti nei distretti e nelle filiere. In Calabria non abbiamo distretti e abbiamo investito poco sugli accordi di filiera».


Secondo Occhiuto, questi aspetti rappresentano «la strada per creare più valore aggiunto per le imprese e per andare incontro ai consumatori affinché abbiano prodotti di qualità al prezzo giusto».
Sulla ristrutturazione finanziaria delle imprese entrate in sofferenza, poi Occhiuto ha detto che «occorre fare di più per far uscire dalla situazione di grande sofferenza in cui sono entrate le aziende anche a causa della crisi legata alla diffusione della pandemia». «A livello nazionale – ha annunciato – si sta pensando di attivare strumenti che consentano alle imprese agricole di ristrutturare il proprio debito spalmandolo in 25 anni con un preammortamento di 3 anni. Questo per consentire agli imprenditori di avere la giusta liquidità necessaria a sviluppare le loro aziende dopo la crisi». «Ho chiesto a Confagricoltura – ha detto ancora Occhiuto – di valutare assieme ai loro tecnici se la Regione in qualche modo possa sussidiare gli interventi programmati dal Governo, mettendo a disposizione proprie risorse per gli agricoltori calabresi al fine di mettere in piedi strumenti specifici per aiutarli finanziariamente».

Statti: «Avviata campagna di confronto»


Dal canto suo il presidente Alberto Statti ha spiegato le ragioni di questo incontro. «Confagricoltura – ha detto il leader dell’associazione di categoria – ha avviato con Occhiuto il primo appuntamento di un giro di confronti con tutti i candidati presidenti di Regione. Con il candidato del Centrodestra – ha specificato Statti – abbiamo fatto il punto sullo stato di salute dall’agricoltura calabrese e sulle potenzialità che il nostro settore rappresenta per l’intera Calabria. Ma soprattutto abbiamo esposto quella che per noi è la visione di un’agricoltura competitiva, sostenibile e capace di affrontare le sfide del mercato».
Secondo Statti per raggiungere questi obiettivi, «occorre un dialogo costante con la politica e con chi si candida a governare la nostra regione». «Da qui parte – ha sottolineato ancora il presidente di Confagricoltura – il primo dei quattro appuntamenti per illustrare quelle che sono le strategie che la nostra organizzazione immagina per delineare il futuro dell’agricoltura della nostra regione».
Statti ha poi sostenuto la necessità da parte di chi guiderà la Regione di «dover essere pronto ad affrontare i futuri appuntamenti nazionali e comunitari non “con il cappello in mano”, ma sicuro di avere un tessuto imprenditoriale forte, preparato e, soprattutto, capace di utilizzare al meglio le risorse che arriveranno in Calabria».  
Infine Statti ha chiesto impegno sul «potenziamento delle infrastrutture» e di tutte quelle precondizioni per creare sviluppo economico e occupazionale della regione. (rds)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb