Ultimo aggiornamento alle 9:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Sanità, salta il concorso “elettorale” a Crotone

Comunicazione del presidente di commissione e prova scritta «rinviata a data da destinarsi». Il Corriere aveva segnalato il caso e la tempistica inopportuna

Pubblicato il: 16/09/2021 – 14:02
Sanità, salta il concorso “elettorale” a Crotone

CROTONE C’era una volta un concorso forse “elettorale”, sicuramente dubbio sotto il profilo dell’opportunità. E ora non c’è più, perché l’Asp di Crotone, con una lettera a firma del presidente della Commissione Francesco Masciari, ha comunicato ai 72 interessati il «rinvio dello svolgimento della prova scritta» della selezione per la copertura di due posti di dirigente amministrativo. La comunicazione è stata inviata a tutti questa mattina, dopo un servizio del Corriere della Calabria che ha evidenziato la strana tempistica del concorso. La prova scritta era stata inizialmente fissata per il 28 settembre alle 9,30 nella sala congressi di un hotel di Crotone. Troppo vicina la scadenza elettorale del 3 e 4 ottobre per non farsi qualche domanda. Masciari spiega che il primo step della selezione è rinviato «a data da destinarsi» e che presto gli interessati «riceveranno a giro di posta una nuova comunicazione scritta». Ragioni di (ovvia) opportunità, in effetti, avrebbero quantomeno consigliato uno slittamento della procedura concorsuale a dopo la tornata elettorale, in modo da sgomberare il campo dal sospetto della “captatio benevolentiae”. Seppure con un certo ritardo se n’è accorta anche l’Azienda sanitaria pitagorica. Sulla tempistica del bando era intervenuto sui social il candidato alla presidenza di Forza Italia, Roberto Occhiuto: «Ecco, appena la Sanità verrà restituita ai calabresi troverò il modo di revocare questo commissario Asp. Promesso!». La revoca del concorso, intanto, è cosa fatta.

Bossio e Viscomi annunciano un’interrogazione parlamentare

Sul caso sollevato dal Corriere della Calabria sono intervenuti anche i parlamentari del Pd Enza Bruno Bossio e Antonio Viscomi. «La notizia della convocazione della prova scritta per un concorso all’Asp di Crotone a pochi giorni dal voto del 3 e 4 ottobre merita un necessario approfondimento. Risulta, infatti, improprio e anomalo – aggiungono – che una selezione pubblica, finalizzata all’assunzione di due dirigenti amministrativi, si svolga quasi in concomitanza di una tornata elettorale che interesserà sia la Regione che diverse amministrazioni locali. Il sospetto – che pure è stato sollevato in queste ore da organi di informazione e non solo – che ci si trovi di fronte a una manovra elettoralistica è legittimo e deve essere a tutti i costi fugato. Ecco perché abbiamo deciso di presentare un’interrogazione al Governo, non solo per investire del caso i ministri competenti ma per attivare ogni eventuale potere di controllo e di intervento. Riteniamo giusto, infatti, differire di qualche giorno lo svolgimento della prova scritta (cosa effettivamente avvenuta, ndr) – concludono i due parlamentari – evitando così che su ambiti così delicati come quelli dell’occupazione e dei servizi sanitari si possano consumare odiose strumentalizzazioni o peggio ancora pericolose forme di clientelismo. Chiediamo, dunque, al Governo di intervenire con urgenza per ripristinare necessarie condizioni di trasparenza oggi purtroppo compromesse».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb