Ultimo aggiornamento alle 20:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La nuova squadra

Corigliano Rossano, dopo tre settimane di trattative il sindaco trova la quadra sullo Stasi Bis

Cinque assessori su sette ormai decisi saranno presentati nelle prossime ore. Ma quanti calcoli per non intaccare la precaria stabilità interna

Pubblicato il: 03/10/2021 – 7:00
di Luca Latella
Corigliano Rossano, dopo tre settimane di trattative il sindaco trova la quadra sullo Stasi Bis

CORIGLIANO ROSSANO Sono servite tre settimane di trattative, dall’apertura della crisi di “governo” (ne abbiamo parlato qui, qui, qui e qui), per trovare la quadra allo Stasi Bis. Dopo aver deciso di azzerare la giunta per bandire i dissidenti del gruppo consiliare “Corigliano Rossano domani”, e quindi su tutti il vicesindaco Claudio Malavolta e l’assessore al Bilancio, Giovanni Palermo, Flavio Stasi sembra aver sostanzialmente definito il futuro – non sembra affatto roseo – della sua amministrazione comunale. Giornate dedicate a infinite consultazioni, a calcoli su calcoli, con un’attenzione particolare alle aree di provenienza – sia territoriali che politiche – sono state utili, al momento, a partorire cinque nomi (semi) certi che, probabilmente, verranno presentati alla città nelle prossime ore. Si tratta di due consiglieri comunali in carica, due “sopravvissuti” all’esecutivo che sarà resettato e una new entry.
Grande attenzione è stata posta anche e ai surrogati (ovvero coloro che subentreranno in assise al posto dei consiglieri che saranno nominati assessori). L’obiettivo era, dunque, triplice: assecondare le velleità di quei consiglieri comunali che da mesi sgomitano per un posto al sole; far sedere in consiglio stasiani di ferro per evitare di compiere clamorosi autogol e non intaccare equilibri già sottilissimi, con le opposizioni che potrebbero arrivare a 12 consiglieri coi malpancisti. Appena uno in meno delle forze di governo, compresi sindaco e presidente del Consiglio comunale. Insomma, un vero e proprio rompicapo per Stasi e i suoi fedelissimi in perenne riunione. In tutto questo, resterebbero in bilico due posizioni che, probabilmente, il sindaco terrà in caldo qualche altro giorno per fugare ogni dubbio.

I nomi

Partendo dai riconfermati, al netto di rimpasti di deleghe, con ogni probabilità rimarranno al loro posto Tatiana Novello (Uso e assetto del territorio) e Mauro Mitidieri (Personale, affari legali). Dal consesso civico saranno chiamate a sedere al tavolo dell’esecutivo Maria Salimbeni e Alessia Alboresi, le quali a loro volta dovranno dimettersi da consiglieri comunali. L’identikit del volto nuovo, ma fidato compagno di strada in campagna elettorale, potrebbe ricondurre a Damiano Viteritti.
Rimarrebbero in ballo altre due poltrone. Una potrebbe essere occupata da Liliana Zangaro o Domenico Rotondo, l’altra da un’altra figura extraconsiliare. Nella ridda di nomi anche Ranieri Filippelli, noto attivista, presidente del Forum del Terzo Settore.
Quanto alla delega di vicesindaco dovrebbe essere un “derby” fra Maria Salimbeni e Damiano Viteritti, con la presidente dell’eterna commissione statuto – a lavoro da 28 mesi sulla prima, storica, magna carta comunale – a quanto pare favorita. (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb