Ultimo aggiornamento alle 14:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

centrosinistra

Bruni: «Non mi sento sconfitta. E non vado via» – VIDEO

Il commento della candidata presidente del centrosinistra: «Un limite non aver intercettato gli astensionisti. Faremo opposizione seria»

Pubblicato il: 04/10/2021 – 20:54
Bruni: «Non mi sento sconfitta. E non vado via» – VIDEO

LAMEZIA TERME «Non la chiamerei sconfitta, lo chiamerei secondo posto, che ci matura alcune considerazioni». Così la candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione, Amalia Bruni, ha commentato i dati elettorali che registrano la vittoria del centrodestra e di Roberto Occhiuto. «La prima considerazione è che purtroppo continua a vincere il partito dell’astensionismo, che è la cosa più grave, e che evidentemente non si è riuscito a convincere né in un tempo per noi eccessivamente a breve, quello di un mese circa di campagna elettorale, e non si è riuscito a convincere con altre proposte a parte quella di Occhiuto, al quale chiaramente faccio i miei complimenti, ci aspettiamo che lavorino bene e intensamente per questa terra. Noi saremo opposizione seria, non c’è da parte mia nessuna voglia di andare via o di lasciare o di mollare, c’è invece il concetto che ci siamo sempre detti dall’inizio con tutti i candidati, quello di continuare a lavorare per ricucire il rapporto tra la politica e i territori, che è stato desertificato negli anni. Questo può costruire una nuova modalità di pensiero in tutta la collettività e penso che questo lavoro lo debba fare tutto il Paese visti i dati dell’astensionismo, fenomeno molto presente a livello nazionale».

«Il Covid pesa sull’astensionismo»

La Bruni ha poi aggiunto: «Un’altra cosa da considerare è che questa è una prima elezione, in Calabria e nelle grandi città dopo il Covid, e quindi anche il dato importante dell’astensionismo va letto all’interno di questa situazione di Covid non ancora completamente risolta: non è tanto la preoccupazione del contagio ma è la rappresentazione di una collettività che soffre molto, che sta male, che non è proprio più disponibile a un pensiero politico perché ha la testa occupata da situazioni gravemente economiche, di lavoro che manca di famiglie che sono saltate. Questo dato va molto contestualizzato. Questo – ha riferito la candidata presidente  del centrosinistra – ci dice che bisogna lavorare con le persone, intercettare i bisogni e la politica si deve fare portavoce di questo. Io personalmente non mi sento sconfitta, ho trovato una squadra, una coalizione di centrosinistra snella, larga, plurale, in cui ognuno porta il suo contributo. Sono convinta, l’ho detto dall’inizio, che questo cammino lo avremmo comunque continuato. Sono assolutamente fiduciosa – ha poi sostenuto la Bruni – che anche dall’opposizione si riesca ad aiutare molto questo processo di ricostruzione della nostra terra».

Le divisioni nel centrosinistra

Con riferimento alle divisioni del centrosinistra e alla competizione con de Magistris, Bruni ha affermato che «sicuramente non si poteva aumentare dai dati che abbiamo, comunque anche con la sommatoria non saremmo arrivati. Ci sono posizioni che non sono state superate: a esempio la posizione di de Magistris riguardava soprattutto la presenza dei partiti, che per me sono fondamentali, in questo momento sono partiti di maggioranza con cui vanno costruite le strade. Comunque il pensiero anarchico che de Magistris spesso ha espresso in passato non mi appartiene». Per la Bruni «la vittoria della destra è un primo tempo che non è stato esaurito dal momento che la morte prematura della Santelli ha interrotto il cammino, è come se la destra non avesse ancora fatto il suo cammino». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb