Ultimo aggiornamento alle 7:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Dal nazionale

Il centrosinistra vince nelle grandi città. Solo Trieste al centrodestra

A Roma vince la sfida Gualtieri. E a Torino la fascia tricolore andrà a Lo Russo. Mentre a Trieste c’è la riconferma di Dipiazza

Pubblicato il: 18/10/2021 – 17:07
Il centrosinistra vince nelle grandi città. Solo Trieste al centrodestra

Il centrosinistra ha vinto in oltre metà delle venti città, fra capoluoghi di regione e di provincia, andati al voto per eleggere il sindaco nella tornata di amministrative conclusa oggi con i ballottaggi. Ne ha conquistate 13, e il bottino si è arricchito di Roma e Torino, reduci entrambe da cinque anni di amministrazione del M5s.
Dopo i successi al primo turno di Napoli (con l’alleanza Pd-M5s), Bologna e Milano, l’en plein del centrosinistra nei capoluoghi di regione oggi sfuma solo per il risultato di Trieste, dove ha vinto la coalizione di centrodestra.
Il centrosinistra si conferma a Varese, dove non riesce il ribaltone alla Lega, che si vede sfilare anche Savona.
E al ballottaggio la coalizione progressista vince a Latina, Caserta, Cosenza e Isernia, dopo averlo fatto al primo turno anche a Ravenna e Rimini.
Il centrodestra chiude queste elezioni con 4 capoluoghi, confermandosi a Pordenone, Novara e Grosseto. Oltre Trieste.
Mentre il Movimento 5 Stelle mantiene il controllo di Carbonia.
Sono liste civiche quelle che hanno vinto a Salerno (d’area di centrosinistra) e a Benevento, dove si è imposto nuovamente Clemente Mastella.

A Roma trionfa Gualtieri

Nella Capitale il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri è al 60,08% e stacca di molto Enrico Michetti, candidato del centrodestra fermo al 39,92 %. Un dato ancora parziale che conferma la terza proiezione Opinio Italia per la Rai, che assegnava al ballottaggio per le comunali di Roma Gualtieri 60,1% e al suo competitor 39,1%.
«Sarò il sindaco di tutti delle romane, dei romani e di tutta la città. Inizia un lavoro straordinario per rilanciare Roma e per farla crescere, per farla diventare più inclusiva e per farla funzionare». Così Roberto Gualtieri, in una dichiarazione al suo comitato.

Boccia: «Il centrosinistra avanti ovunque»

«Grande soddisfazione, i risultati delle proiezioni stanno confermando le percezioni che avevamo. Il centrosinistra unito vince quasi ovunque», ha detto Francesco Boccia, responsabile enti locali del Pd, commentando il voto al Nazareno.

A Torino Lo Russo stacca Damilano

Nel capoluogo piemontese a vincere la sfida per divenire sindaco è Stefano Lo Russo. Il candidato del centrosinistra ha vinto con il 59,2% dei consensi contro il il 40,8% del suo rivale Paolo Damilano. Un dato anche questo in linea con gli exit poll: la seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, al ballottaggio delle comunali a Torino vedeva Stefano Lo Russo (centrosinistra) è in testa con il 59,4%, Paolo Damilano (centrodestra) al 40,6%.
«Non nego emozione. Questa vittoria la dedico a una persona che per me è stato un maestro, un padre, una guida, don Aldo Rabino». Sono le prime parole di Stefano Lo Russo, che al suo comitato elettorale commenta l’esito dello spoglio del ballottaggio. Salesiano, storico cappellano del Torino, è stato il sacerdote, morto nel 2015, ad avviare Lo Russo al volontariato e alla politica.

Trieste va al centrodestra

Roberto Dipiazza si conferma, per la quarta volta, sindaco di Trieste. Ad annunciarlo lo stesso sindaco , candidato del centrodestra, nel corso di una collegamento telefonico con l’emittente locale Telequattro: «Ho vinto», ha detto Dipiazza quando quando mancano sei sezioni al termine dello spoglio.
Il sindaco uscente ha vinto con circa tre punti di distacco, 51,3% contro 48,7% di Francesco Russo. Ricordiamo che il candidato del centrosinistra partiva con quasi 16 punti di svantaggio.

I dati dell’affluenza

Alla chiusura dei seggi è del 43,94% l’affluenza alle urne rilevata per il turno di ballottaggio nei 63 Comuni centri chiamati al voto (il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia). Al primo turno alla chiusura dei seggi aveva votato il 52,67%. Dunque ha votato molto meno della metà degli elettori, con un calo di circa 9 punti percentuali rispetto all’affluenza, pur bassa, di due settimane fa.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb