Ultimo aggiornamento alle 12:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Alibante, l’avvocato Bagalà resta ai domiciliari

La Cassazione conferma la misura cautelare per la figlia del presunto boss Carmelo. La Dda in un altro ricorso ne ha chiesto l’arresto in carcere

Pubblicato il: 23/10/2021 – 13:09
Alibante, l’avvocato Bagalà resta ai domiciliari

AOSTA Confermati gli arresti domiciliari per Maria Rita Bagalà, avvocata 52enne arrestata lo scorso 3 maggio con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nell’inchiesta Alibante della Dda di Catanzaro. La revoca della misura cautelare era stata chiesta dal suo legale e – dopo essere stata negata dal Tribunale del riesame di Catanzaro – è stata respinta anche dalla Corte di Cassazione, che si è riunita il 22 ottobre. Bagalà avrebbe avuto un ruolo di primo piano nella cosca retta dal padre Carmelo, 80 anni, anche lui arrestato nell’operazione antimafia che ha illuminato il sistema criminale attivo nell’area del Medio Tirreno catanzarese.

Il ricorso della Dda

Ancora pendente il ricorso della Dda sulla misura cautelare applicata all’avvocata. L’antimafia di Catanzaro ha, infatti, impugnato la decisione del gip Matteo Ferrante di concedere i domiciliari alla donna e anche la riqualificazione, operata dal giudice, del reato contestato (divenuto concorso esterno, quando inizialmente era associazione di tipo mafioso).

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x