Ultimo aggiornamento alle 18:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

l’indagine

Lamezia, «false autocertificazioni»: la Procura chiede l’archiviazione per cinque consiglieri

A luglio di quest’anno era stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. La decisione finale spetta al gip

Pubblicato il: 11/11/2021 – 20:08
Lamezia, «false autocertificazioni»: la Procura chiede l’archiviazione per cinque consiglieri

LAMEZIA TERME Il pm della Procura di Lamezia Terme, Marta Agostini, ha chiesto l’archiviazione dell’indagine che riguarda cinque consiglieri comunali di Lamezia, Ruggero Pegna, Giancarlo Nicotera, Pietro Gallo, Maria Grandinetti e Lucia Alessandra Cittadino, ritornati in carica dopo la proclamazione avvenuta pochi giorni fa e solo dopo le ripetizioni del voto in quattro sezioni.

L’indagine

A tutti e cinque, infatti, a luglio di quest’anno era stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari della Procura di Lamezia, firmato dallo stesso sostituto procuratore Marta Agostini. Tutto ruotava attorno alle autocertificazioni rese dai consiglieri comunali all’atto della convalida degli eletti (dicembre 2019), e che riguardavano presunti debiti con l’Ente o condizioni «ostative di incompatibilità ed ineleggibilità alla carica di consigliere comunale» (QUI LA NOTIZIA).

Ora, e a distanza di pochi mesi, la stessa Procura ha chiesto l’archiviazione. La decisione finale, però, spetta al gip. (Gi.Cu.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb