Ultimo aggiornamento alle 1:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

‘Ndrangheta, sentenza Imponimento: oltre 500 anni di carcere e 2 milioni di euro di risarcimenti

Per 40 dei 65 condannati in abbreviato disposta una provvisionale da 150mila euro per il Ministero della Transazione Ecologica e 100mila per 16 Comuni

Pubblicato il: 21/01/2022 – 21:56
di Giorgio Curcio
‘Ndrangheta, sentenza Imponimento: oltre 500 anni di carcere e 2 milioni di euro di risarcimenti

LAMEZIA TERME Oltre 500 anni di carcere inflitti dal gup del Tribunale di Catanzaro, Francesco Vittorio Rinaldi, a 65 dei 70 imputati del processo “Imponimento”, il troncone celebrato con rito abbreviato contro esponenti ed appartenenti alla cosca Anello-Fruci di Filadelfia, ma attiva nel territorio compreso tra il Lametino e il Vibonese. Insomma, un altro durissimo colpo inferto alle cosche calabresi dopo l’altra sentenza – ancora in abbreviato – di Rinascita-Scott, emessa nelle scorse settimane.

Provvisionali per oltre 2 milioni

Ma non è tutto. Già perché la sentenza dispone anche il risarcimento «in solido fra loro e con riferimento ai soli danni non patrimoniali», e verrà stabilito in sede civile. Intanto il gup Rinaldi ha imposto provvisionali (ossia somme di denaro liquidate dal giudice come anticipo sull’importo integrale) per un totale di oltre 2 milioni di euro, per quaranta condannati:

Francescantonio Anello, Rocco Anello (cl. ‘61), Giovanni Angotti, Vincenzo Barba, Giuseppe Barbieri, Angela Bartucca, Domenico Bonavota, Domenico Bretti, Vito Bretti, Filippo Catania, Salvatore Danieli, Vincenzo De Nisi, Antonio Dieni, Giuseppe Fortuna, Giuseppe Fruci, Vincenzino Fruci, Angelo Galati, Antonio Luciano Galati, Domenico Gallello, Giovanni Giardino, Giorgio Salvatore, Massimo Gugliotta, Romeo Ielapi, Paolino Lo Bianco, Francesco Mallamace, Giovanni Mastrandrea, Gianni Melina, Francesco Michienzi, Giacomo Michienzi, Nicola Antonio Monteleone, Serafino Nero, Daniele Prestanicola, Vincenzo Renda, Vincenzo Rubino, Giuseppe Ruccella, Domenico Rutigliano, Fabio Schicchi, Francesco Serratore, Gino Stranges, Antonio Talarico.

I risarcimenti

Nello specifico – è scritto nelle 23 pagine del dispositivo – ammonta a 150mila euro il risarcimento stabilito in favore del Ministero della Transazione Ecologica. E poi 100mila euro ciascuno per i Comuni di: Filadelfia, Curinga, Polia, Francavilla Angitola, San Nicola da Crissa, Monterosso Calabro, Pizzo, Capistrano, San Pietro a Maida, Cortale, Maierato, Chiaravalle Centrale, Cenadi, Maida, Sant’Onofrio e Vibo Valentia. Ma anche il Ministero dell’Economia e delle Finanze, quello dell’Interno e l’associazione Antiracket e Antiusura della Provincia di Vibo Valentia. Stabiliti poi 80mila euro ciascuno in favore della Provincia di Vibo Valentia, la Regione Calabria, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura. Ulteriori 50mila euro di risarcimento dovranno essere pagati anche a favore della società Mazzei Salvatore s.p.a.. 

Costituzione di parte civile

Per quanto riguarda, infine, le spese di costituzione di parte civile, il gup ha disposto che i 40 condannati sono tenuti a risarcire 3.870 euro in favore dei difensori dei Comuni di Curinga, Pizzo, Capistrano, San Pietro a Maida, Cortale, Maierato, Chiaravalle Centrale, Cenadi, Maida, Sant’Onofrio, Vibo Valentia, la Provincia di Vibo Valentia, Regione Calabria e Mazzei Salvatore s.p.a.; 5mila euro, invece, a favore dei Comuni di Filadelfia e Polia, e del difensore dell’Associazione Antiraket e Antiusura della Provincia di Vibo oltre che di Michele, Eleonora Francesca e Domenico Marcello. E ancora 6mila euro complessivi in favore del difensore dei Comuni di Francavilla Angitola, San Nicola da Crissa e Monterosso Calabro. Infine, 8mila euro complessivi in favore dell’Avvocatura dello Stato per l’Agenzia delle Entrate – Direzione di Vibo Valentia, Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Interno, della Transazione Ecologia, il Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura e Presidenza del Consiglio dei Ministri. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x