Ultimo aggiornamento alle 21:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Infrastrutture

Statale 106, Simonini in Commissione regionale il 24 febbraio

Il commissario dell’opera è atteso a Palazzo Campanella. Straface: «A testimonianza dell’impegno di Occhiuto. E Stasi esca dall’ambiguità»

Pubblicato il: 16/02/2022 – 14:18
Statale 106, Simonini in Commissione regionale il 24 febbraio

CORIGLIANO ROSSANO Statale 106, la chiave di volta sarà Massimo Simonini. Il commissario dell’opera e amministratore delegato di Anas sarà ascoltato in Commissione ambiente e territorio, come annunciato dal consigliere regionale di Forza Italia, Pasqualina Straface, segretaria della commissione stessa.
Simonini con tutta probabilità verrà a far luce sulle fasi di progettazione, programmazione economica di tutta l’arteria e su alcune tratte già cantierabili, come la Crotone-Cutro a cui è stato destinato un finanziamento di 220 milioni dal Cipess proprio nella giornata di ieri (ne abbiamo parlato qui) o la Sibari-Rossano, già in stato avanzato di progettazione.
Per la “nuova” statale 106 si prevede un fabbisogno tra i tre e i cinque miliardi di euro.
La visita di Simonini a Palazzo Campanella potrebbe, quindi, rivelarsi decisiva in attesa del nuovo contratto di programma di Anas, lo strumento che assegna risorse pubbliche all’ente stradale per la realizzazione degli interventi infrastrutturali.
«In tutti questi anni – dichiara Pasqualina Straface – non c’è mai stato un presidente della Regione che si sia impegnato in maniera diretta e forte nella realizzazione della nuova 106. Il governatore si sta impegnando per realizzare, tratta per tratta, tutto il tracciato. L’importo totale ammonta a 2,9 miliardi di euro, con una disponibilità immediata di 800milioni. L’impegno di Occhiuto si concretizzerà il 24 febbraio, con la convocazione in Commissione Ambiente e Territorio del commissario Massimo Simonini».
«La statale 106 – spiega ancora il consigliere regionale forzista – sarà l’unico punto di un Consiglio regionale monotematico previsto il 28 febbraioL l’obiettivo è quello di approvare una mozione unitaria che impegnerà il governo a realizzare la “nuova” statale 106 per tutta la sua estensione».

Straface: «Sulla Sibari-Rossano basta ambiguità»

Il consigliere regionale di Corigliano Rossano evidenzia, poi, la mancata sinergia tra istituzioni. «Se la Regione da una parte sta concentrando le energie nel reperimento delle risorse, dal canto loro gli amministratori locali alimentano la confusione». Il riferimento nemmeno troppo velato è al sindaco di Corigliano Rossano, «alla ricerca di varianti e sottovarianti».
Flavio Stasi ha più volte e pubblicamente dichiarato di essere favorevole al megalotto 8 (qui la notizia) approvato dalle amministrazioni dello Jonio cosentino oltre un decennio fa, la cui progettazione oggi sembra irrealizzabile per i costi: circa due miliardi di fabbisogno.
«Il territorio attende questa infrastruttura da decenni – conclude Pasqualina Straface – adesso basta, è tempo di fare squadra. L’amministrazione di Corigliano Rossano esca con una posizione non più ambigua, univoca, forte e dimostri di volere una statale 106 più sicura». (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x