Ultimo aggiornamento alle 13:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La vertenza

Refezione scolastica a Corigliano Rossano, i dipendenti Siarc occupano la sala consiliare

La protesta è iniziata lunedì scorso. Le parti sono in attesa di una convocazione della Prefettura mentre gli alunni sono costretti al panino

Pubblicato il: 23/03/2022 – 19:03
Refezione scolastica a Corigliano Rossano, i dipendenti Siarc occupano la sala consiliare

CORIGLIANO ROSSANO Le sfumature della vicenda sono ancora in scala di grigio. Nessuna soluzione all’orizzonte e presente ancora cupo. I quaranta dipendenti dell’azienda che ha gestito il servizio di refezione scolastica per le scuole comunali a tempo pieno, da questa mattina hanno occupato simbolicamente la sala consiliare di piazza Santi Anargiri. Venerdì scorso la ditta appaltatrice, la Siarc, alla quale il comune di Corigliano Rossano ha revocato il servizio a fine gennaio, ha comunicato – per come raccontano sindacalisti e amministratori – l’impossibilità di proseguire nella proroga del servizio, in attesa di un altro affidamento attraverso un nuovo appalto.
E così lavoratori ed alunni si sono ritrovati senza lavoro e senza stipendio da novembre, i primi, e senza un pasto caldo i bambini.
La protesta, iniziata lunedì scorso con un sit-in davanti al palazzo di città di Rossano Alta sta, dunque, proseguendo, nell’attesa che dalla Prefettura giunga una convocazione delle parti – ente, ditta e sindacati – utile ad individuare soluzioni adeguate.
«Da lunedì – racconta il sindacalista della Cgil, Andrea Ferrone ai microfoni de L’altro Corriere Tv – stiamo rivendicando il diritto al lavoro, ad essere pagati ed alla continuità lavorativa. La Siarc lo scorso 18 marzo ci ha comunicato che quel venerdì sarebbe stato l’ultimo giorno di servizio e così lunedì scorso, dopo che i lavoratori si sono recati sul posto di lavoro, dove non hanno trovato strumenti e derrate alimentari, siamo venuti a chiedere spiegazioni. Ieri, nel corso di in una riunione tenutasi al Comune con i dirigenti scolastici, si è preso atto l’ovvietà, ovvero che gli alunni hanno comunque diritto di fruire del servizio di refezione, ma non coi lavoratori impiegati fino a venerdì scorso».
Questa mattina i quaranta lavoratori sono tornati davanti al Comune ed hanno deciso di occupare la sala consiliare. «Siamo stati ricevuti dal sindaco Flavio Stasi e dal presidente del consiglio comunale, Marinella Grillo, che hanno subito compreso la disperazione dei lavoratori e siamo in attesa di capire cosa accadrà». Il sindaco, spesso occupato al telefono con la Prefettura, ha atteso una “chiamata” con i lavoratori.
In mattinata anche il leader delle opposizioni consiliari, Gino Promenzio ha fatto visita alle maestranze, manifestando la solidarietà del movimento politico “Civico e Popolare”. «È doveroso – ha detto Promenzio – salvaguardare il servizio ai bambini, la qualità dei pasti ed i livelli occupazioni di chi ha maturato nel tempo la professionalità».
Sindacato, lavoratori e amministratori sono stati «in attesa di una convocazione della Prefettura tra tutte le parti in causa – ha concluso Ferrone – per capire meglio come arrivare alla gara ponte per i mesi di aprile e maggio ed erogare il servizio agli alunni con le storiche maestranze, in attesa di un nuovo definitivo bando per settembre. Nel frattempo l’amministrazione ha invitato scuole e famiglie a gestire il pasto in modo autonomo». Quindi un panino per alcuni giorni.
L’amministrazione comunale ha già bandito il nuovo appalto e saranno quindi necessari i cosiddetti “tempi tecnici” perché la vertenza si avvii, questa volta, ad una soluzione a colori. (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x