Ultimo aggiornamento alle 18:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Family affairs

Aveva tentato di uccidere la zia a Limbadi, condannato Giuseppe Salvatore Mancuso

Ne esce assolto il presunto boss Pantaleone Mancuso. La Corte d’Appello di Catanzaro ha inflitto al figlio 8 anni di reclusione

Pubblicato il: 11/05/2022 – 21:27
Aveva tentato di uccidere la zia a Limbadi, condannato Giuseppe Salvatore Mancuso

VIBO VALENTIA La Corte d’appello di Catanzaro ha assolto il presunto boss Pantaleone Mancuso, alias “L’ingegnere”, e condannato il figlio Giuseppe Salvatore Mancuso nel processo di secondo grado denominato “Family affairs” incentrato sul duplice tentato omicidio di Romana Mancuso, zia dei due imputati, e del figlio della donna, Giovanni Rizzo. L’episodio, per come emerso dalle indagini e come confermato dai vari collaboratori di giustizia, tra cui Emanuele Mancuso, altro figlio del boss, si inquadrava in una guerra intestina al clan di Limbadi per la presa del potere. Il fatto si è consumato nel maggio del 2008 nelle campagne tra Nicotera e Limbadi.
In primo grado il gup distrettuale di Catanzaro aveva assolto padre e figlio dalla contestazione aggravata dalle modalità mafiose, ma la Corte ha invece riconosciuto la responsabilità del giovane, difeso dagli avvocati Francesco Sabatino e Valerio Spigarelli, condannandolo a 8 anni di reclusione a fronte di una richiesta a 14 anni avanzata dalla Procura generale. Assoluzione confermata anche in Appello, invece per Pantaleone Mancuso, difeso dagli avvocati Sabatino e Francesco Capria, per il quale era stata chiesta la condanna a 16 anni.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x