Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

L’iniziativa

La Regione punta sulle rinnovabili. Occhiuto: «Alla Cittadella la prima Comunità energetica» – VIDEO

Annuncio del governatore nel corso di un confronto con comuni, enti locali ed associazioni: «Pronti a supportare i progetti»

Pubblicato il: 24/05/2022 – 13:30
La Regione punta sulle rinnovabili. Occhiuto: «Alla Cittadella la prima Comunità energetica» – VIDEO

CATANZARO La Regione Calabria spinge sulle Comunità energetiche rinnovabili supportando i Comuni e facendo leva sui fondi del Pnrr. Nuovo step questa mattina alla Cittadella, con il governatore Roberto Occhiuto e l’assessore regionale allo Sviluppo economico Rosario Vari a confrontarsi con enti locali, associazioni ed esponenti politici sul nuovo strumento di gestione “sostenibile” dell’energia. «La prima Comunità energetica la faremo alla Cittadella», annuncia Occhiuto, riferendo di aver all’assessore Varì «di fare comunità energetiche negli aeroporti, che hanno bisogno di energia, ma soprattutto che questa modalità si sviluppi, dove è possibile, in tutti i territori e per tutte le amministrazioni che ne fanno richiesta, perché la comunità energetica consente di conseguire l’obiettivo della transizione ecologica ma anche un uso solidale dell’energia, nel senso che le comunità energetiche nascono per riqualificare ambiti territoriali nei quali poi l’energia viene data in uso a chi avrebbe difficoltà a pagare l’energia».
Per Occhiuto quello delle Comunità energetiche rinnovabili «quindi è un bellissimo progetto, finanziato anche da risorse del Pnrr: noi vogliamo aggiungerne altre e per mettere a terra queste risorse occorre fare – è stato il mio suggerimento – uno sportello all’interno del Dipartimento al quale i Comuni possono rivolgersi, visto che in molti i Comuni non hanno il segretario comunale, figurarsi se hanno un ufficio tecnico per preparare progetti orientati alla costituzione di comunità energetiche».
«Quindi la Regione, insieme a Rse (Ricerca sul sistema energetico), con cui abbiamo fatto un protocollo, dovrebbe offrire sostegno tecnico ai Comuni», conclude il presidente ricordando che la Regione sta comunque aggiornando il Piano energetico regionale, oramai datato nel tempo (risale a oltre 15 anni fa).


A sua volta Varì osserva che «le Comunità energetiche rinnovabili, un’associazione di Comuni, imprese e cittadini che si mettono insieme per produrre, consumare, condividere e stoccare energia, sono un’occasione imperdibile per la Calabria perché sono fonti di sviluppo economico e di vantaggi ambientali sociali in termini di sostenibilità. Il governo regionale è fortemente impegnato nel sostenerle sia sul piano finanziario, tanto è vero che sono ingenti le risorse programmate nel ciclo 2021-27, sia dal punto di vista operativo, perché oggi sul web sbarcherà il portale ‘Calabria Energia’ che aiuterà e supporterà i sindaci e le comunità che vorranno costituire le comunità energetiche. Inoltre, abbiamo sottoscritto un accordo quadro con Rse e un altro lo stiamo per sottoscrivere con Gse (Gestore dei servizi energetici) per fare attività formativa e informativa. Ci sono già Comuni che hanno avviato questo percorso, ma in Calabria i Comuni sono 404 e la quasi totalità ancora deve avviare questo percorso. Poiché – riferisce l’assessore – ci sono i fondi messi a disposizione dal Pnrr sia nel Pr 21-27 della Regione Calabria, dobbiamo tentare di diffondere questo strumento».
Vari specifica che «il supporto finanziario è fatto da Pnrr e Pr in complementarietà, nel senso che il Pnrr sosterrà finanziariamente, in via prioritaria, i Comuni sotto i 5mila abitanti mentre la Regione in complementarietà con il Pr sosterrà i Comuni con oltre 5mila abitanti. Nell’ambito del Pnrr, solo per la Calabria e solo per il supporto alle comunità energetiche, abbiamo 121 milioni: ne abbiamo stanziato circa 42 per il primo supporto e 41,5 per la tecnologia a supporto. Noi – conclude l’assessore regionale allo Sviluppo economico – vorremmo dare il buon esempio, e riteniamo che la Cittadella possa essere uno dei primi a ospitare una comunità energetica regionale, per questo nell’accordo con Rse abbiamo previsto un supporto per questo».
Al confronto, moderato al dg del Dipartimento regionale Sviluppo economico Fortunato Varone, sono intervenuti tra gli altri Fabio Armanasco, capo responsabile del progetto Comunità energetiche e autoconsumo collettivo, Emanuele Testa, funzione, promozione e assistenza alla Pubblica amministrazione del Gse, Rodolfo Elia, dirigente regionale del settore Infrastrutture energetiche. (a.c)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x