Ultimo aggiornamento alle 1:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le elezioni nel capoluogo

Catanzaro, si chiude la “telenovela” sugli scrutatori: eletta la nuova commissione, che sceglierà il sorteggio

Tra compromessi e scaricabarile ultimo atto in un Consiglio comunale convocato in seduta urgente (e pressato dalla Prefettura…)

Pubblicato il: 25/05/2022 – 13:33
Catanzaro, si chiude la “telenovela” sugli  scrutatori: eletta la nuova commissione, che sceglierà il sorteggio

CATANZARO Pantomima e compromesso. Il “pasticcio” scrutatori per le elezioni comunali di Catanzaro si dipana nell’ultima tappa di una vicenda dai contorni a tratti surreali. La polemica sul metodo di selezione – nomina o sorteggio – che ha tenuto banco negli ultimi giorni e che ha portato alle dimissioni di tre componenti della Commissione elettorale – tutti oggi attestati nell’aggregazione di Valerio Donato – approda in Consiglio comunale, “pressato” dalla Prefettura che ha richiesto la convocazione di una seduta straordinaria e urgente per surrogare i dimissionari. Un “affaire” ormai prettamente politico, considerando quanto i candidati sindaco si siano accapigliati sul tema – soprattutto da un lato Nicola Fiorita, il più strenuo sostenitore del sorteggio, e Antonello Talerico e dall’altro Donato – salvo poi dirsi tutti d’accordo sul sorteggio: soluzione che però sul piano pratico non ha portato a nulla, perché tre componenti della Commissione elettorale – i consiglieri comunali Andrea Amendola, Eugenio Riccio e Antonio Ursino, favorevoli al sorteggio, hanno deciso di rinunciare, con motivazioni anche condivisibili (il sorteggio offre storicamente il fianco a rinunce e denunce oltre che a grande caos organizzativo a poche ore dal voto…). Con le lancette che corrono pericolosamente e con il rischio di un commissariamento prefettizio che sarebbe davvero la perla finale di una pagina comunque piuttosto ridicola della storia politica catanzarese, dunque, ecco questa seduta del Consiglio comunale, nella quale la vicenda si chiude con una soluzione salomonica: nella “nuova” Commissione elettorale entrano componenti chiaramente favorevoli al sorteggio. A essere nominati sono Nunzio Belcaro e Daniela Palaia (Cambiavento, oggi a sostegno di Fiorita) e Lorenzo Costa (Officine del Sud, oggi sostenitore di Talerico). Eletti anche i supplenti: Fabio Talerico, Giuliano Renda, Enrico Consolante (che subentra a Sergio Costanzo, che si è dimesso contestualmente alla sua nomina a supplente). Politicamente, sembra una battaglia vinta da Fiorita e Talerico, ma per altri sembra anche uno “scarico di responsabilità” su questi due candidati sindaco nel caso il metodo del sorteggio dovesse determinare problemi. Insomma, una telenovela. Entro 48 ore la “nuova” Commissione dovrà riunirsi e decidere (per il sorteggio, a questo punto). Poi, finalmente, questa vicenda sarà archiviata. (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x