Ultimo aggiornamento alle 22:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

lotta alla ‘ndrangheta

I Gallace nell’élite del narcotraffico, invocate 15 condanne – NOMI

Il pm Rizza ha chiesto pene dai 20 agli 8 anni di reclusione. Il gruppo criminale aveva contatti con il Sud America. Comunicavano con un software Pgp

Pubblicato il: 25/05/2022 – 20:52
di Alessia Truzzolillo
I Gallace nell’élite del narcotraffico, invocate 15 condanne – NOMI

CATANZARO Il sostituto procuratore di Catanzaro, Debora Rizza, ha invocato 15 condanne, dai 20 agli 8 anni di reclusione, nell’ambito del procedimento “Molo 13” incentrata su un grosso traffico di cocaina intrapreso, secondo l’accusa, tra il clan Gallace di Guardavalle e i gruppi criminali del Sud America. Gli indagati sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dal metodo mafioso.

Le richieste dell’accusa

Il pm Rizza ha invocato condanne pesanti nei confronti di:

Agazio Andreacchio, 11 anni di reclusione;

Giuseppe Bava, 11 anni di reclusione;

Nicola Chiefari, 20 anni;

Emanuele Fonti, 14 anni;

Bruno Gallace, 18 anni;

Nicola Guido, 12 anni;

Mario Palamara, 8 anni;

Benito Andrea Riitano, 14 anni;

Francesco Riitano, 20 anni;

Paolo Riitano, 15 anni;

Andrea Samà, 11 anni;

Gianluca Tassone, 8 anni;

Francesco Taverniti, 15 anni;

Domenico Vitale, 15 anni;

Giuseppe Vitale, 18 anni.

Dalle indagini è emerso che l’organizzazione si avvaleva di un software denominato Pgp che consentiva alle organizzazioni criminali di comunicare senza essere intercettati, senza che nessuno si potesse inserire tra chiamante e chiamato. Gli inquirenti avevano identificato sul territorio di Guardavalle tutta una serie di smartphone dedicati a comunicare col server in Costarica. Questo server, assolutamente clandestino, conservava milioni di dati utilizzati da organizzazioni criminali che gestivano attività illecite. La prossima udienza per la discussione delle difese è stata fissata per l’8 giugno. Nel collegio difensivo gli avvocati Vincenzo Cicino, Sergio Rotundo, Salvatore Staiano, Domenico Concolino, Mauro Ruga, Guido Contestabile, Pamela Tassone.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x