Ultimo aggiornamento alle 22:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

caos sanità

Sars-Cov-2, ferie sospese negli ospedali di Corigliano Rossano. Al “Giannettasio” altri 20 posti Covid

Insubordinazione degli infermieri. Il management sta pensando di aumentare a 56 i ricoveri dedicati al virus. “Chiude” anche la Nefrologia

Pubblicato il: 12/07/2022 – 15:29
di Luca Latella
Sars-Cov-2, ferie sospese negli ospedali di Corigliano Rossano. Al “Giannettasio” altri 20 posti Covid

CORIGLIANO ROSSANO Da giorni il bollettino regionale è preoccupante. Crescono esponenzialmente i ricoveri, ed il reparto Covid dell’ospedale Giannettasio di Corigliano Rossano né è l’esempio lampante. Una settimana fa è stata riaperta l’ala “b” della pneumologia Covid con 36 posti disponibili, tutti e 36 occupati ormai da giorni.
Ma cresce la paura che lo spoke di Corigliano Rossano possa trasformarsi in una bomba batteriologica. È notizia recente che anche in pronto soccorso, in ambienti promiscui, ci siano almeno sei ricoverati, mentre oggi ha chiuso ai ricoveri il reparto di Nefrologia a causa di un nuovo cluster, simile a quello sviluppatosi ieri nel reparto di Medicina.
Il “liberi tutti”, sta consentendo al virus di avanzare con numeri impressionanti ed il record di infetti stabilito oggi in Calabria (+4.598 più di ieri) lo dimostra. Non bastasse questo dato, lo si potrebbe sommare al tasso di positività dei tamponi: in Calabria uno su tre è positivo.
Peraltro, la carenza di personale sta ulteriormente aggravando la crisi. Medici, infermieri e oss, in molti reparti, stanno accusando nuovamente la recrudescenza dell’infezione da Sars-Cov-2 mentre le misure emergenziali per le assunzioni non sono più applicabili dalla fine dello stato di emergenza, nella scorsa primavera. La “guerra” continua, insomma, ma senza soldati, anche perché pur volendo assumere, il mercato del lavoro non offre medici specializzati che vogliono lavorare in Calabria.

Ferie sospese e 20 nuovi posti letto covid. L’insubordinazione degli infermieri

In tutto questo, le toppe che il management ospedaliero sta piazzando, sembrano peggio del buco. E se risultassero vero le voci che circolano sempre con più insistenza, lo spoke di Corigliano Rossano è destinato a trasformarsi in un vero e proprio lazzaretto.
Il primo provvedimento, assunto dal direttore sanitario, Pierluigi Carino, è stato quello di sospendere le ferie a tutto il personale in servizio nello spoke di Corigliano Rossano, ovvero nei due presidi “Giannettasio” e “Compagna”. Una decisione che sta già facendo molto discutere e che servirà a spremere ulteriormente risorse umane già segnate fisicamente e mentalmente dai carichi di lavoro. Il personale del reparto Covid, nello specifico, è già in sommossa ed in fase di insubordinazione perché – da quanto appreso – non seguirà la direttiva dopo due anni di straordinari tutti i giorni. Anche perché, lo stesso numero di medici, infermieri e oss che assistevano dieci pazienti, oggi sono costretti ad intervenire su 36.
«Vista la disposizione impartita dal commissario straordinario relativa a mettere in atto ogni azione utile a garantire l’operatività delle Unità operativa Covid-19, considerata la necessità di acquisire unità inferimieristiche ed oss dalle varie unità operative da assegnare in via temporanea alla Unione operativa Covid 19, si invita laddove necessario a revocare congedi ordinari eventualmente già concessi», ha scritto il direttore sanitario dello spoke nel dare comunicazione della decisione.
Ma c’è di più, perché il management aziendale starebbe pensando di allestire ulteriori 20 posti letto Covid al quarto piano del “Giannettasio”, portando di fatto la disponibilità dei ricoveri a 56. Già, ma con quale personale? La direttiva emanata da Carino potrebbe andare in questa direzione. Il “Giannettasio” immolato nella guerra contro il virus, in una terra che di per sé non offre risposte sanitarie. (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x