Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la protesta

Sit-in del comparto forestale alla Regione. «Attività bloccate, è un disastro» – VIDEO

Decine di mezzi pesanti in Cittadella. Protesta conclusa dopo l’incontro con Gallo. «Le nostre istanze tutte accolte dall’assessore»

Pubblicato il: 25/07/2022 – 19:48
Sit-in del comparto forestale alla Regione. «Attività bloccate, è un disastro» – VIDEO

CATANZARO I titolari delle aziende del comparto forestale della Calabria hanno inscenato un sit-in di protesta questa mattina davanti la sede della Regione a Catanzaro. La manifestazione è stata promossa dalle organizzazioni agricole Anpa Calabria, LiberiAgricoltori e ConfColtivatori Calabria.
I manifestanti hanno portato nel piazzale della sede della Giunta regionale decine di mezzi pesanti. Così i dirigenti di Anpa, LiberiAgricoltori e ConfColtivatori presenti al sit-in hanno motivato la manifestazione dio protesta. «Tutto è incominciato nel febbraio scorso quando la Giunta regionale ha recepito con delibera le linee guida nazionali, sancendo che per poter procedere a qualsiasi tipo di attività selvicolturale è necessaria la valutazione di incidenza ambientale provocando così il blocco totale di tutte le attività forestali. Per fare capire meglio il disastro che si sta provocando – spiegano i manifestanti – basta evidenziare che sono giacenti presso il dipartimento forestazione, da quasi 10 anni, più o meno 300 piani di gestione. Facendo una media piano/ettaro, sono congelati a seguito della delibera di Giunta 90 mila ettari di boschi, per un valore di circa 27 milioni di euro. Questo è il danno attuale che i proprietari forestali, le aziende boschive, le aziende di trasformazione e chi lavora nei boschi rischia di subire. Non possiamo permettere all’economia calabrese questa sciagura». 

Iniziativa conclusa dopo l’incontro con Gallo

L’iniziativa di protesta organizzata si è conclusa dopo che una delegazione dei manifestanti ha incontrato l’assessore alle Politiche agricole, Gianluca Gallo. «Le nostre istanze – ha detto Giovanbattista Benincasa, presidente di Confcoltivatori Calabria – sono state tutte accolte e le promesse sono state tante. Speriamo quindi che nel breve tempo si risolva tutto». Benincasa ha riferito che dall’incontro «è emerso il problema dei piani di gestione, i cosiddetti strumenti di pianificazione obbligatori per gli imprenditori forestali, e che ora che e’ necessaria la Valutazione di incidenza ambientale (Vinca) sono diventati un ostacolo al loro lavoro. Bisogna recuperare il tempo perso per affidare tutti i piani di gestione, di cui ora si sta occupando l’Università di Reggio Calabria, e che sono fermi da decenni. Entro sei mesi, secondo quanto ha detto l’assessore Gallo, si concluderà l’iter». È previsto anche un gruppo di lavoro richiesto dall’assessore Gallo, composto da aziende, associazioni di categoria e tecnici che si confronteranno con i dirigenti regionali della Forestazione proprio per la Vinca. «A tale proposito – ha concluso Benincasa – l’ingegnere Salvatore Siviglia, dirigente generale reggente del Dipartimento Politiche della montagna, foreste, forestazione e difesa del suolo, ci ha rassicurato che in 20 giorni la concessione sarà data». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x