Ultimo aggiornamento alle 20:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Sequestrato al Getty, torna in Italia “Orfeo e le Sirene”

Il gruppo in terra cotta del IV sec. verrà restituito dagli Usa a Taranto. Un’inchiesta penale aveva scoperto il furto

Pubblicato il: 12/08/2022 – 17:09
Sequestrato al Getty, torna in Italia “Orfeo e le Sirene”

NEW YORK In seguito a un’inchiesta penale in corso della procura di New York, il Getty Museum di Los Angeles restituirà all’Italia un gruppo di figure di terracotta a grandezza naturale scavato illegalmente nell’area di Taranto e raffigurante un poeta seduto e due sirene.
Il gruppo, noto anche come “Orfeo e le Sirene”, «è stato sequestrato in seguito a un’inchiesta penale in corso», ha spiegato all’Ansa Matthew Bogdanos, responsabile, nell’ufficio del District Attorney, del contrasto al traffico di antichità.
Le statue, che risalgono al IV secolo a. C., furono acquistate per 550 mila dollari nel 1976 dallo stesso petroliere J. P. Getty su consiglio del curatore di antichità della Villa Getty Jiri Frel.

Il gruppo in terracotta Orfeo e le sirene, del IV secolo. a.C.


Partiranno per Roma in settembre, dove in un primo tempo verranno esposte nel Museo dell’Arte Salvata, ha annunciato oggi il ministro della Cultura Dario Franceschini elogiando la collaborazione tra gli investigatori Usa e il Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc). Orfeo e le Sirene torneranno poi a Taranto: «Arricchiranno il patrimonio archeologico della Puglia», ha detto il governatore della Regione, Michele Emiliano. «Il Getty ha collaborato, ma non si è fatto avanti in prima battuta. Annunciando il rimpatrio ha lasciato fuori metà della verità», ha fatto notare Bogdanos. È dal 2006 che le statue comparivano in un elenco di manufatti rivendicati dall’Italia.
L’inchiesta «è partita dalle persone, le reti di trafficanti che includono i soliti nomi coinvolti in altre vicende di esportazione illegale di antichità tra cui il tarantino Raffaele Monticelli», ha precisato Bogdanos, un ex colonnello dei Marines artefice anche della riconsegna all’Italia, avvenuta qualche settimana fa, di altri 142 reperti archeologici, per la maggior parte provenienti dalla raccolta del finanziere newyorkese Michael Steinhardt

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x