Ultimo aggiornamento alle 7:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

le operazioni

Sbarcate 400 persone in due giorni. Fermati otto presunti trafficanti di esseri umani

Quattro operazioni al largo delle coste calabresi. La maggior parte dei profughi è stata trasferita nel porto di Crotone

Pubblicato il: 15/08/2022 – 12:39
Sbarcate 400 persone in due giorni. Fermati otto presunti trafficanti di esseri umani

CROTONE Nella giornata di sabato unità del Gan di Taranto e Messina e del Roan di Vibo Valentia, hanno intercettato quattro unità con a bordo complessivamente circa 350 migranti dirette verso le coste calabresi. L’attività di ha portato al sequestro di quattro imbarcazioni ed al fermo di otto presunti trafficanti. E domenica si è registrato un ulteriore sbarco nel Reggino. Una cinquantina di migranti è approndata su una barca a vela in località Spartivento, in Calabria. Lo hanno riferito dalla questura di Reggio Calabria nel corso del collegamento con il Viminale, durante il consueto collegamento di Ferragosto del ministro Luciana Lamorgese con le sale operative.

Le operazioni di soccorso

Nella serata di domenica sono terminate ben quattro complesse operazioni di polizia sul mare finalizzate a contrastare l’intenso traffico di migranti che interessa le coste calabresi operate dal Reparto Operativo Aeronavale di Vibo Valentia a mezzo dei Reparti dipendenti. Le operazioni avevano preso avvio dal dispositivo integrato degli assetti aerei e navali della Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e quelli dell’Agenzia Europea Frontex nell’ambito dell’operazione Themis 2022, quando i velivoli in perlustrazione avanzata sul Mediterraneo centrale ed orientale, avevano segnalato in rotta di avvicinamento all’Italia, alcune barche a vela stipate di migranti dirette verso le coste calabresi.

Imbarcazione con 110 persone scortata a Crotone

Nel corso del primo evento, l’imbarcazione acquisita dai velivoli con circa 110 persone di a bordo, è stata tenuta sotto discreto controllo da un pattugliatore del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto che, all’ingresso nelle acque territoriali italiane ha proceduto all’abbordaggio prendendone il controllo e scortandola sino al porto di Crotone per essere messa a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Le successive operazioni di Polizia Giudiziaria condotte dai militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di finanza di Crotone, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno permesso di individuare e sottoporre a misura restrittiva due presunti scafisti di nazionalità siriana ed egiziana.

Novanta tra afgani ed egiziani individuati al largo di Crotone

Mentre era ancora in corso la fase operativa del primo evento, un Guardacoste della Guardia di finanza di Crotone, in cooperazione con la motovedetta CP321 della Capitaneria di Porto di Crotone e di un Pattugliatore Romeno dell’Agenzia Frontex, individuavano un’altra barca a vela precedentemente avvistata dagli assetti aerei. I Finanzieri, dopo aver tenuto sotto stretto controllo l’imbarcazione, intervenivano immediatamente salendo a bordo e prendendo il controllo della situazione. Una volta in sicurezza, la stessa, con circa 90 persone a bordo tra afgani e ed egiziani è stata scortata dal convoglio fino al Porto di Crotone.

Altre 75 persone individuate all’alba di sabato

Il terzo evento ha avuto avvio alle prime luci dell’alba di sabato mattina, quando un velivolo dell’Agenzia Frontex ha avvistato un altro target carico di migranti diretto verso le coste joniche. Anche in questo caso, l’imbarcazione, risultata essere uno sloop di 14 metri con a bordo 75 persone in prevalenza Afgani e Siriani tra cui 30 minori, è stata dapprima intercettata dagli assetti Navali Frontex e poi abbordata da un Guardacoste del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Messina. A causa delle condizioni del mare i migranti sono stati trasbordati sul Guardacoste e condotti al Porto di Crotone, mentre l’unità navale è stata rimorchiata dalla motovedetta CP326 nel frattempo giunta sul posto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x