Ultimo aggiornamento alle 21:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Per “The Times” «la Calabria è l’hub della mafia». Occhiuto: «Pronto a denunciare»

Il governatore: «Un articolo intriso di banali stereotipi racconta l’accordo con i medici cubani. La nostra Regione è stanca di questi luoghi comuni»

Pubblicato il: 19/08/2022 – 15:04
Per “The Times” «la Calabria è l’hub della mafia». Occhiuto: «Pronto a denunciare»

CATANZARO «Per “The Times” la Calabria è l’hub della mafia. Un titolo (poi modificato) sconcertante, intriso di banali stereotipi, ad un articolo che racconta l’accordo con i medici cubani. La nostra Regione è stanca di questi luoghi comuni. Sono pronto a denunciare il giornale britannico». Lo scrive su Twitter Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.

Magorno: «Titolo vergognoso»

«”Il cuore della mafia assume medici cubani”: questo il titolo poi modificato dal Times in relazione alla vicenda dell’approdo dei medici cubani in Calabria. Si tratta di un atto vergognoso, la nostra è una terra meravigliosa abitata da cittadini onesti che si impegnano ogni giorno per realizzare un futuro migliore lontano da ogni stereotipo. Continueremo a raccontare i tanti talenti della Calabria per abbattere questo assurdo muro del pregiudizio». Lo afferma su Facebook il senatore di Italia Viva, Ernesto Magorno.

Mancuso: «Rappresentazione che rivela ottusità»

Anche il presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso critica l’uscita del quotidiano britannica: «Una rappresentazione culturalmente sgrammaticata, che rivela ottusità mentale e il deliberato intento diffamatorio di una regione italiana la cui stragrande maggioranza dei cittadini  la mafia la subisce e la contrasta. L’azione di razionalizzazione che la Regione sta imprimendo in settori fondamentali come la sanità, evidentemente  spaventa chi vorrebbe che niente cambiasse. Ma il rinnovamento, nella piena legalità, andrà avanti, nonostante si mettano in circolazione vecchi stereotipi e pregiudizi  sulla Calabria che per ‘The Times’ addirittura diventa,  in relazione alla vicenda dei medici cubani, ‘l’hub della mafia’. Ma si può essere  a tal punto grossolani e faziosi senza pagarne le conseguenze?». 

Lo scivolone del “The Times”

Il caso nasce in mattinata, quando il giornale inglese “The Times” definisce la Calabria l’hub della mafia. L’articolo è scritto da Tom Kington, corrispondente in Italia del giornale britannico: «Il cuore della mafia assume medici cubani mentre i medici italiani evitano la regione». Un post commentato così dal giornalista: «Per sostituire i medici italiani messi in fuga da burocrazia, dirigenti locali incompetenti e di nomina politica, corruzione e clan mafiosi che fissano gli appalti, la Calabria farà arrivare quasi 500 medici cubani». L’articolo pubblicato anche nella versione cartacea del giornale britannico con il titolo ancora più controverso (Cuban medics hired for ‘mafia hospitals’ ovvero “Medici cubani assunti per “ospedali mafioso”), poi, cita l’ex commissario alla sanità calabrese Massimo Scura «che ha gestito l’assistenza sanitaria della regione dal 2015 al 2018» e ha affermato «di aver assunto medici in Calabria ma ha detto che nessuno avrebbe accettato di andare in una città, Locri, dove l’ospedale era controllato dalla mafia della ‘ndrangheta». Nel resto dell’articolo si legge che «un medico è stato ucciso dalla mafia per aver cercato di cambiare le cose e a un direttore dell’ospedale che ha semplicemente cercato di spostare gli infermieri da un reparto all’altro è stato detto che non poteva». Spazio poi a Nicola Altiero, alto investigatore antimafia italiano, che, scrive il giornale «ha affermato a febbraio che il controllo della ‘ndrangheta sugli ospedali calabresi significava che ai suoi uomini veniva garantito un trattamento prioritario». Il sistema sanitario della regione è gestito da Roma dal 2010 – scrive ancora il Times – aggiungendo «uno strato di burocrazia che ha rallentato l’assunzione di nuovi medici», citando Anna Sergi, professoressa di criminologia calabrese che insegna all’Università dell’Essex. «Pezzi del budget sanitario annuale di 3,5 miliardi di euro della Calabria stavano svanendo a causa della corruzione, ha aggiunto». Il titolo è stato poi modificato, nel corso della mattinata.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x