Ultimo aggiornamento alle 20:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la Bonifica

Porto Crotone, Confindustria: «Strategico il recupero dell’ex Area Sensi»

Il presidente provinciale, Mario Spanò, commenta l’incontro avuto con l’Autorità di sistema portuale: «Fondamentale per il turismo»

Pubblicato il: 09/09/2022 – 11:34
Porto Crotone, Confindustria: «Strategico il recupero dell’ex Area Sensi»

CROTONE «Sui lavori di recupero dell’ex Area Sensi nel Porto di Crotone contiamo sul lavoro operoso e sinergico delle istituzioni e autorità preposte per consentire l’apertura del cantiere di demolizione dei vecchi manufatti e, a seguire, la caratterizzazione dell’area per i lavori di bonifica».
Così Mario Spanò, presidente di Confindustria Crotone, a margine dell’incontro avuto a Crotone con il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Andrea Agostinelli, il dirigente della sede di Crotone dell’Adsp, Alessandro Guerri, l’assessore del Comune di Crotone, Maria Bruni, e il consigliere di Confindustria Crotone, Francesco Mazzei.
Il Consiglio superiore dei lavori pubblici (Cslp), nello scorso mese di marzo, ha approvato l’adeguamento tecnico funzionale del piano regolatore portuale dello scalo di Crotone, proposto dall’Autorità di sistema portuale del Tirreno Meridionale e dello Ionio, guidata dal presidente Andrea Agostinelli. Secondo il Prp, l’ex area Sensi, dovrà fare da cerniera tra il porto nuovo e quello vecchio, ed è individuata come zona in cui sorgerà un nuovo stabile all’interno del quale saranno ubicati gli uffici dell’Autorità portuale. La Meridionali Petroli che l’ha gestita fino a pochi anni fa, ha il compito di bonificare l’area destinata ad uso turistico (60 %) e commerciale.
«Sono passaggi fondamentali – spiega Spanò – per restituire decoro e bellezza a un’area che potrà collegare Porto vecchio e Porto nuovo e che diventa strategica per la realizzazione di strutture turistiche e/o destinate a servizi per i diportisti, i crocieristi ed i fruitori del porto turistico. Crediamo fortemente nello sviluppo di questa infrastruttura nel diportismo, nella cantieristica, nel settore crocieristico e nella valorizzazione delle imprese già operanti nella nostra realtà portuale», dichiara il presidente degli industriali crotonesi.
«Seguiamo con molta attenzione – riferisce Spanò – il lavoro puntuale che il presidente Agostinelli con impegno sta svolgendo nel territorio per configurare al meglio le potenzialità del porto. Per confindustria crotone, porto ed aeroporto sono nodi fondamentali a cui devono essere collegate reti infrastrutturali moderne». «La mobilità – commenta il presidente ddi Confindustria – è fondamentale per lo sviluppo. Persone, merci e dati devono potersi muovere su infrastrutture materiali ed immateriali adeguate per generare impresa, lavoro e quindi benessere. Prima usciamo da questo isolamento e prima riusciremo a diventare un territorio accogliente per giovani e imprese», conclude la nota.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x