Ultimo aggiornamento alle 14:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

tutela dell’ambiente

Depurazione, Pappaterra: «Campionatori automatici su 100 impianti. Il 90% del mare calabrese è eccellente» – VIDEO

Il commissario dell’Arpacal presenta gli strumenti di potenziamento dei controlli. Mancuso: in campo forti iniziative

Pubblicato il: 07/11/2022 – 15:25
Depurazione, Pappaterra: «Campionatori automatici su 100 impianti. Il 90% del mare calabrese è eccellente» – VIDEO

CATANZARO «La prima novità di questa iniziativa è che che ci occupiamo della salute del mare durante l’inverno. Era doveroso da parte di Arpacal, alla luce della grande campagna che abbiamo messo in campo l’estate scorsa con la cabina di regia voluta dal presidente Occhiuto, continuare sulla strada tracciata dalla Cittadella. Oggi noi presentiamo i nostri progetti: il primo è quello di installare su 100 impianti di depurazione della Calabria dei campionatori automatici che ci consentiranno di effettuare i prelievi e i controlli da remoto rendendo il sistema più efficace e più efficiente per i cittadini». Lo ha riferito il commissario di Arpacal, Domenico Pappaterra, nel corso dell’iniziativa all’Agenzia ambientale sulla nuova strumentazione per il monitoraggio del mare, iniziativa alla quale hanno partecipato anche, tra gli altri, il governatore Roberto Occhiuto e il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso.

«Potenzieremo le attività»

«Potenzieremo – ha poi aggiunto Pappaterra – le attività messe in campo con la cabina di regia insieme ai procuratori. Per quanto riguarda l’ordinanza regionale 12 sugli autospurgo abbiamo ricevuto quasi 1000 autodichiarazioni che abbiamo assoggettato a controlli: abbiamo controllato tutto il ciclo dal prelievo del materiale fino allo smaltimento negli impianti autorizzati. Proseguirà il nostro affiancamento nella lotta nello smaltimento dei fanghi della depurazione». Per quanto riguarda la campagna di balneazione, Pappaterra ha spiegato che «quest’anno i dati ci consegnano un mare con livelli di eccellenza intorno al 90%, un 5-6% in cui le condizioni sono sufficienti/buone, e un 2-3% in cui le condizioni del mare sono scarse: attorno alle foci dei fiumi, nelle aree portuali ma anche nell’area individuata dalla regione che va da Tortora a Nicotera».

Mancuso: in campo forti iniziative

A sua volta, Mancuso ha evidenziato che «ci sono state attività consistenti, il mare rappresenta probabilmente la risorsa più importante della Calabria, e quindi per proteggere anche l’industria turistica si sono mese in campo forti iniziative anche di contrasto all’inquinamento, C’è tanto da fare ancora, c’è ancora tanto da fare soprattutto come investimenti sulle nostre coste, anche con riferimento ai porti. Siamo partiti dalla depurazione, ma c’è anche il tema delle infrastrutture, che il presidente Occhiuto ha indicato come priorità. Si stanno affrontando problemi mai affrontati, io penso che arriveranno risposte per il territorio».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x