Ultimo aggiornamento alle 21:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la requisitoria

Processo Crypto, chiesti 20 anni per Suriano e Porcaro

Invocate pene pesanti per i due presunti terminali cosentini del narcotraffico. Per i fornitori reggini chieste condanne tra i 10 e i 14 anni

Pubblicato il: 17/11/2022 – 16:20
Processo Crypto, chiesti 20 anni per Suriano e Porcaro

REGGIO CALABRIA Sono richieste di pena pesanti quelle del pm nel processo scaturito dall’operazione Crypto e in corso di svolgimento al Tribunale di Reggio Calabria. L’operazione, condotta dalla Dda di Reggio Calabria, ha messo nel mirino il traffico di droga dal Reggino al Cosentino. Coinvolte 57 persone accusate, a vario titolo, di avere un ruolo nel narcotraffico tra le due province. Al vertice della gang, in provincia di Cosenza, sarebbero stati Francesco Suriano (difeso dall’avvocato Furfaro) e Roberto Porcaro (difeso dall’avvocato Luca Acciardi) e considerato, nella recente inchiesta Reset, boss reggente di Cosenza durante la carcerazione del “capo” Francesco Patitucci. Per entrambi la Dda ha chiesto una condanna a 20 anni di reclusione. Per i membri dei clan reggini accusati di essere i fornitori delle sostanze stupefacenti sono state chieste pene tra i 10 e i 14 anni di carcere.

Le altre richieste di condanna

Tra le richieste di condanna più alte Giuseppe Battaglia, 13 anni e 4 mesi di reclusione; Giuseppe Cacciola, 20 anni di reclusione; Francesco Cambria, 20 anni di reclusione; Domenico Certo, 20 anni di reclusione; Nicola Certo, 20 anni di reclusione; Alessio Martello, 11 anni e 4 mesi di reclusione; Stefano Montano, 11 anni e 4 mesi di reclusione; Giampiero Pati, 13 anni e 4 mesi di reclusione; William Pati, 11 anni e 8 mesi di reclusione; Santa Pitarà, 12 anni di reclusione; Bruno Pronestì, 20 anni di reclusione; Vincenzo Raso, 20 anni di reclusione; Alessandro Talarico, 11 anni e 4 mesi di reclusione; Giuseppe Trombetta, 11 anni e 4 mesi di reclusione; Gianfranco Viola, 14 anni e 8 mesi di reclusione. Chiesta l’assoluzione per Rosario Zagami. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x