Ultimo aggiornamento alle 21:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il processo

Presunte molestie ai “Licei” di Belvedere, le studentesse ammesse come parti civili

Un professore è accusato di alcune molestie e di tentata violenza sessuale. L’avvocato dell’imputato ha richiesto il giudizio con rito abbreviato

Pubblicato il: 18/11/2022 – 7:23
Presunte molestie ai “Licei” di Belvedere, le studentesse ammesse come parti civili

PAOLA Dinanzi al gup Roberta Carotenuto, si è tenuta al Tribunale di Paola l’udienza legata alle presunte molestie subite da alcune ragazze minorenni dell’Istituto “Licei di Belvedere”. Che sarebbero state perpetrate da un professore, accusato anche di un tentativo di violenza sessuale nei confronti di una delle studentesse. Assente in aula l’imputato difeso dall’avvocato Giorgio Cozzolino, presenti invece i rappresentanti legali delle parti civili (tutte le studentesse), gli avvocati Francesco Liserre, Orsola Silvestri e Luigi Crusco. Le parti civili entrano nel processo.
L’avvocato Cozzolino, nell’interesse del suo assistito, ha chiesto la definizione per quanto attiene il capo di imputazione legato alle molestie sessuali mediante una oblazione, che – di fatto – estinguerebbe il reato. Gli avvocati di parte civile non si sono opposti alla richiesta. Per quanto attiene, invece, la presunta tentata violenza, il legale Cozzolino ha richiesto la definizione con giudizio abbreviato. Il gup Carotenuto ha rinviato alla prossima udienza quando deciderà in merito alle due richieste. (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x