Ultimo aggiornamento alle 16:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

lo scontro politico

Rende, i consiglieri di minoranza: «Necessario ridare la parola agli elettori»

La minoranza non partecipa al Consiglio comunale e annuncia: «Manifestiamo sin da ora la nostra disponibilità a dimetterci»

Pubblicato il: 29/11/2022 – 17:06
Rende, i consiglieri di minoranza: «Necessario ridare la parola agli elettori»

RENDE I consiglieri comunali di minoranza di Rende Franco Beltrano, Luciano Bonanno, Andrea Cuzzocrea, Massimiliano De Rose, Enrico Monaco, Michele Morrone, Annarita Pulicani, Sandro Principe, Domenico Talarico hanno deciso di non partecipare alla seduta del Consiglio comunale del 29 novembre. «Il Presidente del Consiglio, – scrivono i consiglieri di minoranza, che avevano chiesto la convocazione di un Consiglio comunale straordinario – supportato dall’attuale maggioranza che governa il comune, non ha inteso fino ad oggi, evidenziando una insensibilità democratica, fissare la seduta del Consiglio Straordinario, mentre ha convocato un Consiglio ordinario per discutere pratiche correnti, nel malaccorto tentativo di non tener conto della drammatica situazione in cui versa il nostro comune, situazione che preoccupa molto la cittadinanza».

«Manifestiamo sin da ora la nostra disponibilità a dimetterci»

«Non si può fare, infatti, finta di ignorare ciò che è accaduto e che sta accadendo e cioè che i vertici politici e amministrativi sono impediti dall’esercizio delle loro funzioni e che è all’opera una commissione di accesso. Dunque, – proseguono i consiglieri comunali – partecipare in via ordinaria al Consiglio del 29, in assenza di una discussione pubblica nel massimo organo istituzionale dell’Ente, renderebbe incomprensibile e superficiale, agli occhi dei cittadini, il ruolo della minoranza. Procrastinare l’agonia di questa legislatura non può che produrre ulteriori ingiusti danni materiali e di immagine alla nostra comunità laboriosa, colta e perbene. Manifestiamo sin da ora la nostra disponibilità a dimetterci dal Consiglio Comunale, auspicando analoga determinazione da parte dei consiglieri comunali di maggioranza. E’ necessario ridare la parola agli elettori per evitare una lunga stagione di stallo delle attività amministrative, di programmazione e di realizzazioni, vanificando, in tal modo, i benefici di crescita della nostra comunità che potrebbero derivare da una rapida attuazione del PNRR», concludono.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x