Ultimo aggiornamento alle 14:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la svolta

Servizio idrico, arriva la svolta: il 28 Occhiuto incontra i sindaci alla Cittadella per il cronoprogramma

Incontro per avviare la “rivoluzione” sulla gestione delle risorse idriche. Annunciata la definizione di una tariffa d’ambito unica regionale

Pubblicato il: 24/12/2022 – 12:28
Servizio idrico, arriva la svolta: il 28 Occhiuto incontra i sindaci alla Cittadella per il cronoprogramma

CATANZARO La Calabria era l’unica regione italiana a non aver attuato la “legge Galli” sul servizio idrico integrato e avere circa 400 gestioni in economica decadute dal 2014. Nonostante diverse diffide del Governo a partire dal 2015, i sindaci calabresi per decenni hanno mostrato resistenze al cambiamento. «Dopo gli annunci del passato la svolta l’ha impressa il presidente della Regione Roberto Occhiuto che in dodici mesi è riuscito a fare approvare il nuovo quadro normativo e a creare le condizioni per la Calabria di poter accedere ai finanziamenti nel settore idrico nel quale non si investe da decenni. Il nuovo governo regionale è riuscito a fare ciò che altri avevano solo annunciato».
Al vertice di Sorical, in veste di amministratore unico, è stato riconfermato l’avvocato Cataldo Calabretta, che ha guidato la società nel complesso periodo di trasformazione e di uscita dallo stato di liquidazione. «La mission – continua la nota – è stata anche quella di verificare se ci fossero le condizioni affinché la Sorical, fino ad oggi gestore solo degli acquedotti regionali, fosse nelle condizioni economiche e giuridiche di ricevere l’affidamento in house del servizio idrico integrato. Obiettivo centrato: in pochi mesi con l’uscita del socio privato dalla società e la fine della fase liquidatoria durata 10 anni e la redazione del piano industriale. In Sorical è anche arrivato un nuovo direttore generale, Giovanni Paolo Marati, di provata esperienza, che ha fatto questo lavoro di implementazioni del servizio idrico integrato in diverse società del gruppo Acea in Campania e in Toscana».

Il 28 dicembre il cronoprogramma sarà condiviso con i sindaci

«I Comuni – scrive Occhiuto ai sindaci nella lettera di convocazione – hanno la possibilità di esercitare la funzione pubblica dei servizi ambientali in seno ad un unico ente – l’Autorità Rifiuti e Risorse Idriche della Calabria – che è stata istituita nel mese di aprile 2022 con l’obiettivo di superare la frammentazione gestionale dei precedenti modelli di governo e di perseguire efficacia, efficienza ed economicità gestionale». 
L’Arrical, guidata dal commissario Bruno Gualtieri, è l’ente di governo, (che ha il compito di individuare il soggetto unico gestore e non di gestire) ha dunque indicato Sorical come soggetto legittimato a cui affidare il servizio idrico integrato regionale. Occorre definire insieme – Regione e Comuni – le tappe fondamentali del processo di  riorganizzazione, a partire dall’adesione al nuovo ente di governo e alla costituzione degli  organi dell’Autorità. Il 28 dicembre sarà condiviso con i sindaci il cronoprogramma delle fasi di attuazione della riforma a cui hanno lavorato il commissario di Arrical e il management della Sorical. Ci sarà anche un chiarimento rispetto a diverse questioni che alcuni sindaci hanno evidenziato in queste ultime settimane. In particolare, per il Servizio Idrico Integrato, il cronoprogramma che sarà illustrato prevede un percorso graduale, in continuità con gli attuali assetti organizzativi e gestionali, a salvaguardia degli equilibri economico finanziari e della corretta erogazione del servizio. Il presidente Occhiuto ha anticipato ai sindaci che «il subentro del nuovo soggetto gestore nelle attività sinora condotte singolarmente dai Comuni sarà perciò progressivo, a partire dalla bollettazione e fatturazione del servizio, con la definizione di una tariffa d’ambito unica regionale, secondo lo schema regolatorio definito da Arera».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x