Ultimo aggiornamento alle 18:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Vibo e l’ipotesi dissesto scongiurata, Limardo: «Puntiamo al riscatto che la città aspetta da tempo»

Al Corriere della Calabria il primo cittadino spiega: «Pare che tutti abbiano preso un abbaglio finora»

Pubblicato il: 02/03/2023 – 17:03
di Giorgio Curcio
Vibo e l’ipotesi dissesto scongiurata, Limardo: «Puntiamo al riscatto che la città aspetta da tempo»

VIBO VALENTIA «La città non va in dissesto e secondo me la Corte dei Conti non può non aver tenuto in considerazione anche il sensibile miglioramento contabile che noi abbiamo registrato negli anni della mia amministrazione. Abbiamo ricostituito tutti i fondi vincolati e abbiamo anche accantonato consistenti importi per pagare sentenze di esproprio che provenivano dal passato».  Il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo, commenta così la decisione delle sezioni Riunite della Corte dei Conti che ha ribaltato le decisioni fino ad oggi assunte dalla magistratura contabile regionale e dal Ministero dell’Interno, scongiurando così la tanto temuta ipotesi dissesto per il Comune vibonese.   

«Situazione in miglioramento»

Al Corriere della Calabria il primo cittadino non nasconde un certo entusiasmo definendo anche quello che è stato finora il lavoro svolto dalla sua amministrazione. «Credo – ha detto – che la decisione della Corte dei Conti, sebbene di carattere procedurale, abbia tenuto conto della situazione sostanziale nella quale oggi, grazie al nostro operato, versa l’amministrazione. Continuerò così come ho fatto fino ad ora, ho voluto partecipare personalmente all’udienza ed essere presente per rendermi conto con i miei occhi di quello che stava accadendo. Ma soprattutto per far capire che c’è un attaccamento serio da parte dell’amministrazione ai conti dell’amministrazione stessa». «A mio avviso – ci spiega la Limardo – oltre ad essere altamente simbolica, è una presenza che la Corte può avere apprezzato».

«Il riscatto sociale di Vibo passa da quello economico»

Dopo la decisione della Corte dei Conti, dunque, per Vibo si spalancano scenari futuri possibili ancora tutti da immaginare. «Quali saranno i risvolti? Questo – ci spiega Maria Limardo – lo decideremo insieme al Ministero e decideremo insieme agli altri organismi che, con il sindaco, sono chiamati a disegnare il futuro percorso amministrativo e contabile della città». «In buona sostanza, le sezioni riunite della Corte dei Conti stanno dicendo che qui hanno preso tutti un abbaglio: ha preso un abbaglio il Commissario quando ha avviato la procedura di piano di riequilibrio; le sezioni regionali della Corte dei Conti hanno preso un abbaglio ma anche il Ministero e il presidente del Consiglio». Sembrerebbe che tutti abbiano preso un abbaglio «però dobbiamo aspettare le motivazioni, naturalmente, per renderci meglio conto di com’è la situazione». «Non c’è dubbio che già siamo in movimento, ho già una serie di altri appuntamenti e già a partire dalla settimana prossima ritornerò di nuovo a Roma perché è mia ferma intenzione procedere nel risanamento economico della città, sono convinta che solo se avremo una città risanata da un punto di vista economico possiamo avere quel risanamento e quel riscatto sociale che Vibo Valentia aspetta da troppo tempo». (g.curcio@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x