Ultimo aggiornamento alle 21:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

San Pietro a Maida verso il Festival dell’olio. Il sindaco Giampà: «Prodotto identitario»

I progetti ambiziosi del primo cittadino: «Saremo molto attivi in vista della campagna olearia 2023»

Pubblicato il: 24/04/2023 – 13:28
San Pietro a Maida verso il Festival dell’olio. Il sindaco Giampà: «Prodotto identitario»

SAN PIETRO A MAIDA Festival dell’olio a San Pietro a Maida E’ con questo primo evento, che l’amministrazione del centro in provincia di Catanzaro avvia un lavoro di costruzione di immagine e di caratterizzazione di un paese di 4000 abitanti, che basa la sua economia sull’olio. Domenico Giampà, sindaco della comunità, ha un progetto in mente e mette i tasselli in un puzzle da costruire per arrivare al disegno finale: l’olio prodotto identitario e San Pietro Città dell’olio. A piccoli passi, coinvolgendo 8 produttori che imbottigliano, l’anima di questo progetto, accanto alle scuole con l’attività dei laboratori dell’olio e non ultimo riannodando i fili con l’associazione nazionale “Città dell’olio”, con cui inizia una nuova collaborazione per avere maggiore visibilità, riconoscibilità e opportunità.

«Non anticipiamo le attività del futuro, ma certo saremo molto attivi in vista della campagna olearia 2023, che sarà per San Pietro di carica produttiva e che quindi meriterà una risonanza non solo a livello locale per far crescere una diffusa e qualificata cultura olivicola, orientata anche verso l’oleoturismo, ma di richiamo incoming verso il nostro piccolo paese», questo l’intento del sindaco Giampà. Con 625 ettari di superficie olivetata, 54.000 piante, oliveti storici e moderni, aziende di tradizione e nuove realtà con imprenditoria al femminile, una decina di frantoi, questi tutti numeri che identificano San Pietro a Maida come una grande area rurale verde olivetata. Il Festival dell’olio sarà dunque una prima occasione per mettere proprio in mostra la vocazione olivicola del territorio, la cultura dell’olio, l’ospitalità rurale di San Pietro a Maida, alimentando le tradizioni dei frantoiani e della produzione dell’olio di oliva. L’organizzazione nei giorni scorsi ha proceduto con la selezione-degustazione alla cieca degli oli delle aziende di San Pietro a Maida, da parte di assaggiatori guidato da Rosario Franco, responsabile per la regione Calabria; nella serata di giovedì 27 alle ore 18 presso l’Auditorium comunale si procederà con la premiazione delle aziende da parte del Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Camillo Falvo, la consegna degli attestati agli assaggiatori e la degustazione aperta al pubblico con Pane e olio. A sancire l’adesione e la collaborazione con Città dell’olio , con sede nel Comune di Monteriggioni (Siena) sarà la consegna della bandiera dell’associazione, da parte di Carmelo Versace, membro di giunta e sindaco f.f. della Città metropolitana di Reggio Calabria, che suggellerà una collaborazione finalizzata a divulgare la cultura dell’olivo, tutelare e promuovere l’ambiente e il paesaggio con la sua storia e le sue tradizioni locali, che si apre all’attuazione di strategie di comunicazione e di marketing mirate alla conoscenza del grande patrimonio olivicolo della Calabria. Le conclusioni di questo primo Festival sono affidate all’assessore Regionale all’agricoltura Gianluca Gallo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x