Ultimo aggiornamento alle 16:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

politica di coesione

Calabria agli ultimi posti per spesa dei fondi Ue. Billari: «Serve una task force»

L’allarme del consigliere regionale dopo la pubblicazione dei dati sul portale Cohesion Data della Commissione europea

Pubblicato il: 29/04/2023 – 12:48
Calabria agli ultimi posti per spesa dei fondi Ue. Billari: «Serve una task force»

REGGIO CALABRIA «Il risultato che emerge da un analisi dei dati pubblicati sul portale Cohesion Data della Commissione europea e che coprono l’andamento delle allocazioni fino al 31 dicembre 2022, fa emergere una situazione drammatica se si considera che la regione Calabria è agli ultimi posti in Italia per la spesa dei fondi strutturali della politica di coesione della Ue». È quanto evidenzia il consigliere regionale Antonio Billari a commento del report della Commissione Europea sull’utilizzo dei fondi dedicati alla regione Calabria. «Se alla fine dell’anno scorso – afferma Billari – la spesa certificata della Regione e rimborsata da Bruxelles era pari a circa 1,3 miliardi di euro su 2,2 miliardi, cioè il 58% del fondo che unisce, nel caso della Calabria, sia quello per lo sviluppo regionale (Fesr) sia quello sociale (Fse) nel periodo di programmazione 2014-2020 il dato che abbiamo il dovere di analizzare è il fatto che resterebbero da spendere e rendicontare entro la fine dell’anno circa 940 milioni di euro per non rischiare di perdere le risorse destinate al nostro territorio».

«Sfida molto complessa per la Calabria»

Secondo il consigliere regionale la sfida che la regione Calabria ha dinnanzi è molto complessa e «ci deve fare riflettere come fino ad oggi al netto delle chiacchiere e degli annunci, i fatti stanno a zero». «Non credo sia utile – continua Billari – valorizzare il fatto che le altre regioni hanno speso in media il 75% (circa 25 miliardi di euro) delle risorse Ue, mentre i programmi nazionali si sono fermati al 43% (circa 13 miliardi) ma è certa la necessità che gli uffici preposti a seguire questo iter cruciale per la nostra regione meritano di avere personale in numero sufficiente e con competenze specifiche per non bucare la sfida con l’Europa rispetto alla valorizzazione del nostro territorio. Chiederò al presidente della regione – conclude il consigliere regionale – di istituire una task force con le migliori energie della nostra regione e che coinvolga anche le eccellenze universitarie perché la sfida che abbiamo difronte riguarda la possibilità di immettere nel tessuto sociale ed economico della nostra regione risorse certe e spendibili. Mi farò carico anche coinvolgendo l’intero consiglio regionale della Calabria che questo complesso iter burocratico e progettuale venga seguito con massima attenzione e priorità – conclude Billari – consapevole che l’Europa è vicina se però le opportunità che da essa ne derivano vengano colte e non disperse.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x