Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il contributo

«Perché tanto ostinato accanimento contro l’ospedale a Vaglio Lise?»

«Il grido di allarme, vibratamente, sollevato dal Presidente del Consiglio comunale di Cosenza va, sapientemente, raccolto e, opportunatamente, rilanciato. Ha ragione Mazzuca: il governatore della…

Pubblicato il: 02/05/2023 – 15:26
di Giuseppe Ciacco*
«Perché tanto ostinato accanimento contro l’ospedale a Vaglio Lise?»

«Il grido di allarme, vibratamente, sollevato dal Presidente del Consiglio comunale di Cosenza va, sapientemente, raccolto e, opportunatamente, rilanciato. Ha ragione Mazzuca: il governatore della Calabria vuole seppellire il nuovo Ospedale della Città di Cosenza. Un contegno politico, semplicemente, indecente. Che copia con la carta carbone l’altrettanta indecente pagina scritta da spregiudicate camarille, che, per 10 anni, spalleggiate da uno stuolo di burattinai e di burattini, hanno utilizzato la localizzazione del nuovo ospedale come grimaldello per far lievitare infimi interessi di bottega, tornaconti elettoralistici, egoistiche ambizioni familistiche e personali. Manifestando l’infida volontà di remare, sfacciatamente, contro la realizzazione del nuovo ospedale. Oggi il copione è, esattamente, lo stesso. Però, adesso, basta. La misura è colma. Il Consiglio Comunale ha individuato il sito; le risorse necessarie sono state tutte stanziate; l’Azienda ospedaliera ha delegato alla Regione le funzioni di stazione appaltante; l’INAIL ha stilato un chiaro e conseguente cronoprogramma, la cui prima scadenza è imminente, essendo stata prevista per il prossimo mese di settembre. E, ciò nonostante, in Regione nulla si muove. il Governatore, con strafottente noncuranza, lascia marcire, in qualche polveroso cassetto, il progetto del nuovo ospedale della città di Cosenza. Che forse l’allocazione a Vaglio Lise incrocia confliggenti interessi economici, oscuri e torbidi, e non appaga famelici appetiti speculativi di poteri forti e incrostati? Che forse il tenebroso silenzio lasciato cadere sul nuovo Ospedale a Vaglio Lise cripta, volutamente, ulteriori messaggi subliminali per tenere al guinzaglio altri lucrosi serbatoi elettorali? Signor Governatore, sull’Ospedale a Vaglio Lise si è, per davvero, fatto male i conti. Noi le alzeremo le barricate. Sig. Governatore, non si illuda di poter, impunemente, perpetuare la melliflua liturgia del silenzio, ambiguo da una parte, e ammiccante, dall’altra parte. Noi le alzeremo le barricate. Da oggi, ogni giorno, la incalzeremo pubblicamente. Perché i Calabresi devono sapere se il loro Governatore è amico sincero ovvero è nemico acerrimo della Calabria. Si, proprio così. Il nuovo ospedale della città di Cosenza, così per come progettato e posizionato, è avamposto d’avanguardia, autentico Hub regionale, presidio eccellente di diagnosi e di terapia per tutto il territorio regionale. Seppellirlo nella dispensa delle “cose dimenticate” è un efferato delitto politico perpetrato, malignamente, contro la Calabria e contro tutti i Calabresi. Sig. Governatore, non si illuda, minimamente, di potersi permettere il lusso di continuare a ciurlare nel manico, depennando, brutalmente, sull’altare di meschine e inconfessabili ragioni, il nuovo ospedale della città di Cosenza. Non potrà più tergiversare. Sig. Governatore, non si illuda: il gioco delle 3 carte, con il nuovo Ospedale di Cosenza, non Le sarà consentito. Giù la maschera e dica la verità: perché tanto ostinato accanimento contro l’Ospedale a Vaglio Lise? Abbia il coraggio di rispondere. Noi, comunque, non Le daremo tregua».

*Consigliere comunale della Città di Cosenza

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x