Ultimo aggiornamento alle 22:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

l’evento

Macfrut, Lollobrigida: «Nel mondo l’Italia è associata alla qualità» – VIDEO

Presenti diverse aziende calabresi. Giansanti: «Un settore che crea valore per i territori». Gallo: «Per la Calabria una vetrina prestigiosa»

Pubblicato il: 03/05/2023 – 17:49
Macfrut, Lollobrigida: «Nel mondo l’Italia è associata alla qualità» – VIDEO

RIMINI «Macfrut è un evento straordinario che compie quarant’anni, è cresciuto nel tempo e questa edizione riuscitissima vede la partecipazione di tanti imprenditori italiani e di tanti imprenditori stranieri che vengono a vendere e poi, mi dicono, comprano più di quello che vendono». Così il ministro dell’Agricoltura della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida a margine del convegno inaugurale del Macfrut, salone internazionale dell’ortofrutta in programma a Rimini fino al 5 maggio con la Calabria partner della manifestazione. «Qui – ha aggiunto Lollobrigida – si genera un sistema virtuoso specie con i Paesi in via di sviluppo che vengono promuovere le loro produzioni e a comprare le nostre tecnologie. E questo dimostra che la filiera italiana è, da una parte, una filiera competitiva e di qualità ma è anche una filiera capace di organizzare un sistema che permette ad altri di crescere».

«Nel mondo l’Italia è associata alla qualità»

«Noi – ha spiegato il ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare – dobbiamo continuare, anche utilizzando il sistema scolastico, per spiegare sempre più ai nostri ragazzi le nuove generazioni che cosa bisogna comprare, come bisogna comprarlo, poi decidono loro, però spiegare il meccanismo della qualità nella scelta dei prodotti è un duplice vantaggio per il benessere, per la salute, ma anche per le nostre imprese, che sono imprese che garantiscono la qualità. Nel mondo l’Italia è associata alla qualità. Lo stiamo verificando nel nostro lavoro puntuale nel quale portiamo le nostre aziende nei vari mercati importanti – lo abbiamo fatto in Gran Bretagna proprio qualche giorno fa – a far conoscere la qualità italiana. E sono tutti contenti perché riescono a fare buoni affari, e quindi far crescere la nostra economia, ma anche perché danno benessere al resto del pianeta».

«Lavoriamo per intervenire sui problemi causati da cambiamenti climatici»

Lollobrigida si è poi soffermato sul fenomeno dei cambiamenti climatici. «È un problema oggettivo», ha detto, esprimendo poi solidarietà alle famiglie e alle imprese colpite dall’alluvione: «Oggi pomeriggio saremo in un’azienda colpita dall’alluvione. A nome del governo, insieme a Curcio, al ministro Musumeci, ci stiamo occupando di questo tema. Ho sentito la presidente Meloni – ha aggiunto – che mi ha chiesto di verificare che interventi programmare per dare una risposta immediata. Bisogna prendere atto che il cambio climatico c’è e quindi bisogna prevedere delle strategie di breve periodo, ma soprattutto di medio e lungo periodo per la siccità. Il nostro governo è intervenuto con un decreto a questo fine, con la costituzione di una cabina di regia che ci possa permettere di programmare e finalmente rimuovere le tante criticità spesso di carattere normativo che esistono e immaginare degli interventi anche economici che possano puntualmente affrontare i tanti segmenti del problema».

Giansanti: «Un settore importante che crea valore per i territori»

«E’ un settore che ricordo a tutti rappresentare nella parte primaria il 27% della plv agricola e un fatturato generale che oggi sfiora i 20 miliardi di euro, con oltre 14 miliardi di valore trasformato esportato. Credo che questo dia la dimensione di un settore forte, importante, che dà occupazione, e che crea valore per i territori. Fa piacere vedere come la Regione Calabria faccia squadra in tutte le fiere a cui sta partecipando». Così ai microfoni del Corriere della Calabria Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, che ha aggiunto: «Oggi stanno cambiando le mode alimentari, stanno cambiando le attitudini alimentari. E quindi le cose sono due: o le aziende pensano di cambiare il mondo rimanendo fuori da quelli che sono i nuovi modelli di alimentazione e dei cittadini del mondo, oppure cercano di interpretarlo e conquistare nuovi spazi di mercato. Ed è interessante vedere come le regioni oggi seguano queste nuove dinamiche, le tendenze, le anticipano. Oggi c’è il tema dei nuovi frutti tropicali che sono sempre più richiesti, e dove è possibile farlo, e la terra calabrese lo permette, è molto interessante vedere come gli imprenditori si adeguano a questi cambiamenti del mercato».

Gallo: «Per la Calabria una vetrina prestigiosa»

«La scelta di stringere una partnership istituzionale con Macfrut, condivisa col presidente Roberto Occhiuto e fortemente sostenuta dall’intera Giunta regionale, poggia su un obiettivo ambizioso: assicurare ai produttori calabresi una vetrina prestigiosa e, al tempo stesso, definire strategie di crescita che facciano della nostra terra, attraverso il porto di Gioia Tauro, un ponte tra l’Italia ed i mercati mediorientali», ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo esaltando anche «la forza, le peculiarità e le caratteristiche del territorio calabrese che esprime, con oltre il 30% delle produzioni bio, un fatturato delle aziende locali pari a oltre 950 milioni». Negli stand allestiti alla fiera internazionale riminese – su una superficie di oltre 250 metri quadrati – sono presenti diverse aziende calabresi rappresentative del comparto, 16 organizzazioni di produttori e 9 consorzi, rappresentanti, insieme, 35.000 ettari dedicati agli agrumi,  decine di migliaia riservati a pesche e nettarine, 3.000 ai kiwi, il finocchio Igp di Isola Capo Rizzuto, la patata della Sila e la principessa dell’ortofrutta, ovvero la Cipolla rossa di Tropea, senza dimenticare il settore della trasformazione dove spiccano succhi d’arancia di rara squisitezza e produzioni di nicchia come le bucce candite: il 95% di quelle che impreziosiscono i panettoni di matrice italiana provengono proprio dalla Calabria. «Gli investimenti e la programmazione messi in campo dalla Regione attraverso l’assessorato all’Agricoltura – ha sottolineato Gallo – si sono rivelati fondamentali per favorire la crescita del settore, a sostegno del lavoro quotidiano di produttori e Consorzi. Siamo pronti per puntare, insieme, ad un ulteriore salto di qualità». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x