Ultimo aggiornamento alle 15:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 19 minuti
Cambia colore:
 

i messaggi

Bandiere Blu, la soddisfazione dei sindaci dei Comuni calabresi premiati

Sono 19 i centri le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti e che quest’anno potranno fregiarsi del riconoscimento

Pubblicato il: 12/05/2023 – 17:53
Bandiere Blu, la soddisfazione dei sindaci dei Comuni calabresi premiati

Sono 19 i comuni calabresi che quest’anno potranno fregiarsi della bandiera blu assegnate dalla Foundation for Environmental Education ai Comuni rivieraschi e agli approdi turistici. Due le new entry, Catanzaro e Rocca Imperiale. I riconoscimenti sono stati rilevati stamani nel corso di una cerimonia a Roma. Nel corso della manifestazione sono state premiate quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti negli ultimi 4 anni, come stabiliti dai risultati delle analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente hanno effettuato nell’ ambito del Programma nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute.
Grande la soddisfazioni dei sindaci dei 19 comuni che hanno ottenuto il riconoscimento.

Roseto Capo Spulico

«Anche quest’anno sul lungomare di Roseto Capo Spulico sventolerà la Bandiera Blu, una “piacevole abitudine” che riempie di orgoglio e che premia l’enorme lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Rosanna Mazzia, dall’Assessorato all’Ambiente coordinato dalla Consigliera Lucia Musumeci, con il supporto degli Uffici, delle Associazioni e degli operatori, e di tutti i Cittadini residenti e temporanei, nella tutela ambientale e nella preservazione del nostro mare, puntando ad innalzare costantemente gli standard qualitativi dell’offerta turistica del nostro territorio. Roseto Capo Spulico si riconferma tra le 226 località italiane che possono vantare questo ambito riconoscimento, e tra le poche realtà che possono fregiarsi anche delle Bandiere Eco-School e Spighe Verdi, sintomo di una grande attenzione rivolta all’educazione ambientale e alla tutela del territorio. Nel corso della manifestazione sono state premiate quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti negli ultimi 4 anni, come stabilito dai risultati delle analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le ARPA (Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente) hanno effettuato nell’ambito del Programma Nazionale di monitoraggio, condotto dal Ministero della Salute. Oltre a questo importante parametro, Roseto Capo Spulico ha risposto positivamente ai 32 rigidi criteri imposti dalla Fee per l’ottenimento della Bandiera Blu, tra cui l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la percentuale di allacci fognari; la gestione dei rifiuti; l’accessibilità; la sicurezza dei bagnanti; la cura dell’arredo urbano e delle spiagge; la mobilità sostenibile; l’educazione ambientale; la valorizzazione delle aree naturalistiche; le iniziative promosse dalle Amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo. Non bisogna inoltre dimenticare l’azione di sensibilizzazione intrapresa affinché i Comuni portino avanti un processo di certificazione delle loro attività istituzionali e delle strutture turistiche che insistono sul loro territorio. Alla cerimonia di premiazione, svoltasi questa mattina a Roma presso la sede del CNR, alla quale è intervenuta il Ministro del Turismo Daniela Santanchè, il Sindaco Mazzia e la Delegata all’Ambeinte Lucia Musumeci hanno ritirato l’ambito vessillo, che sarà accolto e celebrato come di consueto con l’intera Comunità Rosetana e con tutti i protagonisti di questo importante traguardo».
«Siamo particolarmente felici – ha affermato il Sindaco Mazzia – di essere tra i 19 comuni della Calabria a rappresentare le eccellenze balneari della nostra regione e di vedere le coste della Magna Grecia, dalla Calabria alla Puglia colorarsi sempre più di Blu. Facciamo i nostri auguri al Comune di Rocca Imperiale, che torna a far parte della grande famiglia dei Comuni Bandiera Blu e alla Città di Catanzaro, new entry per la Calabria, e auguriamo loro un proficuo percorso per questa stagione estiva».

Tropea

«Quello che può sembrare un risultato ed un traguardo scontato, rappresenta al contrario l’esito misurato di una importante, costante, pianificata e precisa azione amministrativa. L’ottenimento, anzi la conferma della Bandiera Blu e di tutto ciò che essa presuppone, sottintende e chiama in causa non è, infatti, una rituale fotografia dell’esistente. Essa è una delle risultanti, forse la più evidente ed eloquente, la più emblematica, di quel complesso governo della bellezza al quale spesso facciamo riferimento per spiegare la capacità istituzionale di tradurre in concreti benefici di sviluppo sociale ed economico la consapevolezza politica sul valore del proprio patrimonio identitario e distintivo. E la conferma, per la quarta volta consecutiva, di questo prestigioso ed ambito riconoscimento internazionale, attribuito ancora una volta non ad una singola spiaggia ma a tutto il perimetro della destinazione esperienziale Tropea, premia gli sforzi che la squadra amministrativa che mi onoro di guidare sta portando avanti sin dal suo insediamento, inanellando dal primo ottenimento nel 2020 (perché la pur bella Tropea prima di allora non era Bandiera Blu!) un successo ed un riconoscimento dopo l’altro: da Borgo più bello d’Italia 2021, a Città protagonista del Progetto dei 10 Comuni in Costa Azzurra, da Città del Folklore a Comune Fiorito a Comune Plastic Free a capitale italiana della coppa del mondo SPOGOMI, lo sport giapponese sui rifiuti, le cui qualificazioni italiane si terranno a Tropea nel prossimo mese di giugno. Nell’esprimere grande soddisfazione per la nuova e bella notizia che fa del Principato di Tropea, per il quarto anno consecutivo, l’unico comune della provincia di Vibo Valentia a poter fregiarsi della Bandiera Blu, il Sindaco Giovanni Macrì ringrazia tutta la comunità, dalle associazioni alla rete commerciale, dagli operatori turistici e delle ricettività alla rete imprenditoriale, dai residenti a tutte le migliaia e migliaia di cittadini temporanei che in questi anni hanno dato il loro contributo preziosissimo per il raggiungimento di un premio che è di tutti e che deve continuare ad essere difeso, valorizzato, interiorizzato e replicato dentro e fuori Tropea, contagiando tutti i territori calabresi. Con una missione che deve essere spiegata a tutti, dai giovanissimi agli anziani di questa terra, dalle scuole alle aziende, dal mondo del sociale a quello della stessa Chiesa: essere tutti un po’ più manager della propria identità, per farla diventare senso di appartenenza ed economia circolare». E’ il messaggio del sindaco di Tropea

Roccella Jonica

A margine della cerimonia il primo cittadino di Roccella, Zito, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Un traguardo serve sempre per partire di nuovo. E per il 21esimo anno la nostra estate parte con la Bandiera Blu. Questo traguardo, come sempre, è il risultato di un gioco di squadra. È la Bandiera Blu dei difensori, quelli che garantiscono la qualità dei servizi ambientali. Di chi amministra la Jonica Multiservizi, del suo direttore, degli operai e degli impiegati della nostra magnifica “in house”. È la Bandiera Blu dei centrocampisti, quelli che “fanno il gioco”. Dei cittadini di Roccella, delle Associazioni del territorio, delle Scuole, degli Operatori Turistici. E dei mediani, ruolo romantico legato al lavoro utile ma che si vede poco. E qui devo ringraziare Raffaele Simone e Ivana Ferraro, dipendenti comunali che anche quest’anno hanno fisicamente portato la nostra candidatura a Roma. È la Bandiera Blu dei centravanti, di chi fa goal. E ogni grande squadra ha sempre un grande centravanti. Il nostro è l’Ing. Lorenzo Surace, Responsabile dell’Area Tecnica del nostro Comune, che da 21anni si carica la squadra sulle spalle e ci porta alla vittoria. È la Bandiera Blu degli allenatori. Perché questa squadra ha più di un allenatore. Sono tutti i bravissimi colleghi della Amministrazione Comunale. E per tutti è la Bandiera Blu di Fabrizio Chiefari, il nostro Assessore all’Ambiente. E ancora una volta è stata anche la Bandiera Blu del nostro Porto. Ed è quindi la Bandiera Blu del Dott. Filocamo che ha guidato la Porto delle Grazie a questo traguardo, del Direttore e dei Dipendenti della società. Capite quanto è stato emozionante e che onore è stato ritirare oggi la 21esima Bandiera Blu per Roccella? Ed ora partiamo tutti assieme, con entusiasmo, subito! Per questa splendida estate2023».

Soverato

“Una conferma che premia un percorso virtuoso che non è stato facile avviare ed è stato ancora più impegnativo mantenere. Soverato per il settimo anno consecutivo è bandiera Blu tenendo stretto un vessillo internazionale assegnato alle località turistiche che soddisfano i criteri di qualità relativi alla pulizia delle spiagge, delle acque di balneazione e ai servizi offerti. Il conferimento della Bandiera Blu anche per il 2023 sicuramente rafforza non solo l’immagine della nostra città quale meta turistica, ma certifica tutti quei criteri indispensabili per il conseguimento dell’attestato, come la qualità dei servizi e la sostenibilità ambientale. Con soddisfazione possiamo dire che parte del riconoscimento si lega al lavoro fatto in tema ambientale e all’innalzamento delle percentuali di raccolta differenziata che oggi si attestano all’80%. Ai criteri già noti da tempo si era aggiunto, nell’ultimo biennio, anche quello della sostenibilità sociale, con particolare riguardo all’inclusione che abbiamo soddisfatto con un minuzioso lavoro legato ai tanti progetti che il Comune ha realizzato anche in qualità di capo Ambito delle politiche sociali. Un risultato importante che premia soprattutto l’impegno dei cittadini, delle imprese, delle attività commerciali e che raggiungiamo grazie al proficuo lavoro dei nostri uffici pronti a raccogliere, documentare e fornire tutti quei dati che poi vengono valutati dalla commissione della FEE-Foun­dation for Environmental Education. Non è scontato ricordare che il riconoscimento premia non solo la validità delle acque di balneazione, l’efficienza della depurazione, i servizi alla balneazione e l’abbattimento delle barriere architettoniche, ma sopratutto un lavoro di educazione ambientale e di comunicazione in ambito turistico che diventano veicolo essenziale per attirare un turismo di qualità che è uno tra gli obiettivi da potenziare per il futuro. Fregiarsi della Bandiera Blu per così tanto tempo significa per Soverato inserirsi in una nicchia di offerta turistica che registra numeri importanti per l’economia locale. Abbiamo sempre sostenuto come amministrazione che ogni anno confermare il vessillo non è mai un punto di arrivo, ma una nuova ripartenza per migliorare sempre di più l’immagine della nostra cittadina e di riflesso di tutto il territorio. Condivido la soddisfazione di questo momento con tutta l’amministrazione comunale, con il personale degli uffici comunali, le associazioni del territorio e tutti i cittadini che, ognuno per le proprie competenze, si sono spesi con sacrificio per scrivere una bella pagina di storia locale che ci rende protagonisti”. E’ il messaggio del sindaco di Soverato Daniele Vacca.

Trebisacce

“La qualità delle acque è sicuramente uno dei tanti e diversi criteri che determinano l’ottenimento o meno del riconoscimento della Bandiera Blu; ma non il solo, né il più importante, come si è portati generalmente a pensare. Conquistare l’ambito vessillo non significa solo avere spiagge e mare pulito, che è quasi una pre-condizione, ma anche e soprattutto riuscire a garantire servizi al cittadino e promuovere e sensibilizzare la comunità sull’importanza di una raccolta differenziata di qualità che porti ad una sempre più incisiva riduzione della plastica. E la comunità di Trebisacce dimostra di essere capace di superare questa sfida”. È quanto dichiara il Sindaco Alex Aurelio che oggi, venerdì 12 maggio, nella sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) a Roma, alla presenza del Ministro al Turismo Daniela Santanchè, ha preso parte, insieme all’assessore al turismo Leonardo Petrone, alla cerimonia ufficiale di consegna della Bandiera Blu 2023. Il Primo Cittadino coglie l’occasione per esprimere vicinanza alla comunità delle Isole Tremiti per l’improvvisa scomparsa del suo sindaco Giuseppe Calabrese che si trovava nella Capitale proprio per ritirare la Bandiera Blu. Il risultato sarà condiviso con l’intera comunità nel corso dell’evento ospitato dalle ore 10,30 nella sala consiliare, all’interno del Palazzo di Città. “Sono sicuro di poter interpretare il sentimento unanime di tutta la comunità e dell’Amministrazione Comunale – aggiunge il Primo Cittadino – nel manifestare gratitudine alle classi di governo che ci hanno preceduto per aver reso ormai decennale questo riconoscimento che va tributato alla grande sensibilità della cittadinanza, della rete commerciale ed imprenditoriale. Un impegno virtuoso – conclude Aurelio che coglie l’occasione per ringraziare il responsabile comunale dell’area ambiente Egino Orlando per aver lavorato con abnegazione al raggiungimento dell’obiettivo – che vogliamo continuare ad incoraggiare per risultati sempre più grandi. Alla presenza delle comunità educanti e del mondo dell’associazionismo, nel corso dell’incontro sarà anche sottoscritto il Protocollo d’Intesa Plastic Free, percorso che ha visto il coinvolgimento e la sinergia tra l’assessorato all’ambiente guidato dal vicesindaco Nicoletta Tufaro e la consigliera delegata alle Politiche Sociali e Istruzione Tania Roseti. L’adesione al Protocollo Plastic Free – sottolinea il Sindaco – si sposa e rientra tra gli obiettivi compresi nel progetto Bandiera Blu e nella lotta all’inquinamento del mare da plastiche e microplastiche. Costruire una rete in grado di garantire maggiore efficacia alle politiche ambientali e alla diffusione di una cultura per la sostenibilità – sottolineano l’assessore Tufaro e la consigliera Roseti – è importante per educare sempre più, con il coinvolgimento di tutti gli attori, al rispetto e alla cura dell’ambiente. Il protocollo Plastic Free segue alle diverse iniziative messe in campo partenendo dal mondo della scuola come Rimbocchiamoci le maniche, l’evento Ecoross Circus ed Ecoross Educational finalizzata a portare sui banchi di scuola il tema della raccolta differenziata”.

Siderno

“Buona bandiera blu, Siderno! Anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, la nostra città è tra le poche località che in Calabria ha ottenuto il prestigioso riconoscimento per la qualità delle nostre spiagge e delle nostre acque.  Siamo felicissimi perché, ancora una volta, si conferma il nostro impegno costante per la tutela del nostro territorio e dell’ambiente che ci circonda.  Voglio, però, ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato a raggiungere questo importante traguardo che possiamo definire “di squadra”: gli uffici comunali, le associazioni ambientaliste e non, le autorità locali, i tanti cittadini che hanno mostrato sensibilità e rispetto per il nostro patrimonio. Confermare la Bandiera Blu per noi è un grande orgoglio e vederla sventolare sul nostro lungomare ci spingerà a lavorare tutti i giorni per rendere Siderno ancora più bella, accessibile, sostenibile, rispettosa.  Ancora una volta, grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato e congratulazioni a tutti gli altri Comuni che hanno ottenuto la bandiera blu! Viva Siderno, viva la Locride, viva la Calabria!” E’ il messaggio del sindaco di Siderno Mariateresa Fragomeni.

Diamante

“Diamante è Bandiera Blu per il terzo anno consecutivo. Questa mattina, nel corso della conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2023, tenutasi a Roma nella sede del CNR, la Foundation for Environmental Education (FEE)  ha confermato  Diamante  tra le spiagge italiane che si distinguono per l’eccellenza ambientale e la cura dell’arredo urbano e marino”. “Viene ancora una volta premiato il lavoro dell’Amministrazione Comunale – dice a caldo il Sindaco, Ernesto Magorno – e l’attenzione avuta, in sinergia con gli operatori turistici e balneari – per un turismo in cui la qualità dei servizi si accompagni sempre alla cura e al rispetto dell’ambiente e dell’inclusività. L’aver consolidato per il terzo anno questo successo, rappresenta il biglietto da visita più bello e il miglior modo per invitare i turisti a raggiungere questa estate Diamante e il suo meraviglioso mare. Un mare – possiamo dirlo con orgoglio – sempre da Bandiera Blu”. Diamante, famosa per la sue spiagge  e l’acqua cristallina, ha dimostrato di avere tutte le caratteristiche richieste per ottenere la certificazione: dalla pulizia degli arenili, alla qualità delle acque di balneazione, fino alla presenza di servizi per le persone con disabilità. Dichiara, dando risalto alle parole del Sindaco Magorno, il Consigliere Comunale con Delega all’Ambiente Antonio Cauteruccio, a Roma per ricevere il prestigioso riconoscimento in rappresentanza della città e dell’Amministrazione Comunale. Vengono ancora una volta premiate le politiche sostenibili per la gestione dei rifiuti, i nostri cicli di educazione ambientale nelle scuole, le giornate ecologiche, l’incessante attività di manutenzione del verde pubblico, delle reti idriche e delle reti fognarie, la lotta agli scarichi abusivi e la sensibilità con cui si cura l’impatto ambientale delle attività turistiche. L’immagine della nostra città si nutre dell’ennesimo prestigioso riconoscimento che da’ struttura, consapevolezza e competitività all’immensa bellezza che ci circonda.”

Catanzaro

“Anche il Comune di Catanzaro tra gli invitati alla conferenza di presentazione delle Bandiere Blu Fee 2023, tenutasi stamane nella sede del CNR a Roma, in cui è stato ufficializzato il riconoscimento per la Città Capoluogo di Regione tra le 17 new entry in Italia. A darne la notizia il vicesindaco Giusy Iemma, presente all’evento, che ha proposto e coordinato l’iter per la candidatura della città di Catanzaro all’assegnazione dell’eco-label destinato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio”. “L’invito coincide, di prassi, con la comunicazione dell’avvenuta attribuzione del titolo ed è una notizia che mi riempie di gioia e di orgoglio, perché Catanzaro merita questo riconoscimento”, afferma il vicesindaco Iemma. “Un impegno che, fin dall’insediamento della giunta la scorsa estate, è rientrato tra gli obiettivi strategici del sindaco Fiorita per restituire un riconoscimento che a Catanzaro mancava ormai da tantissimi anni. Un percorso complesso e molto articolato, che ha visto nei mesi scorsi anche la visita sul territorio del Presidente nazionale FEE, Claudio Mazza, e che ha richiesto un lungo lavoro in fase di programmazione. Non basta solo la qualità del mare, per aggiudicarsi l’ambito vessillo blu occorre, infatti, disporre di un sistema di servizi variegato, su tutti i fronti, che una giuria di tecnici nazionale ed internazionale valuta in base a criteri precisi e aggiornati di anno in anno. Standard di qualità che spaziano dalla qualità delle acque fino alla valutazione generale delle politiche di valorizzazione delle aree naturalistiche, e che la stessa Fee considera da sempre come indicatori di un percorso virtuoso. La Bandiera Blu per Catanzaro è un nuovo punto di partenza per il rilancio della città, conseguito con il contributo di tutti i settori, un’opportunità preziosa che l’amministrazione intende mettere a frutto coinvolgendo e sensibilizzando gli operatori turistici e commerciali e l’intera società civile”.

Isola Capo Rizzuto

“Anche il 2023 di Isola di Capo Rizzuto si dipinge di Blu grazie alla conferma della Bandiera Blu. Un riconoscimento per nulla scontato che arriva per il secondo anno consecutivo e dopo un lungo lavoro tecnico e burocratico. L’evento di assegnazione si è svolto a Roma, tornando così a svolgersi in presenza dopo le restrizioni del periodo Covid”. A presenziare per il Comune di Isola Capo Rizzuto il Sindaco Maria Grazia Vittimberga: “Siamo orgogliosi di aver ricevuto la conferma per il secondo anno consecutivo, per noi significa sviluppo del turismo e promozione del territorio. Soprattutto, grazie alle motivazioni della Bandiera Blu, abbiamo rafforzato il nostro percorso virtuoso in termini di tutela dell’ambiente, una sensibilizzazione che può far solo bene al territorio”. “L’anno scorso è stata emozionante perché era la prima volta in assoluto per noi, purtroppo però siamo stati costretti a viverla davanti ad uno schermo. Qui a Roma le emozioni sono più forti, è bello sentire l’esultanza dei vari amministratori alla lettura del nome del proprio comune, dietro ogni esultanza c’è lavoro e sacrificio e qui viene ripagato. Mi congratulo con tutti i comuni ed in particolare con gli altri 18 della nostra regione che ci fanno salire sul podio nazionale”. Ovviamente soddisfatto anche il Vice Sindaco Andrea Liò, assente a Roma per altri impegni istituzionali ma responsabile di tutto l’iter che ha portato al riconoscimento: “Non era scontato confermarsi per il secondo anno consecutivo, anche alla luce degli importanti lavori ai depuratori e ai sistemi fognanti che sono determinati. È stato un lavoro complesso e siamo felici di aver raggiunto l’obiettivo, la Bandiera Blu è un importante veicolo di promozione e in questo momento non potevamo permetterci di perderla. Da lunedì inizieremo già il lavoro per il 2024 perché con la commissione Bandiera Blu, come è giusto che sia, non possiamo permetterci distrazioni”.

Tre bandiere blu sul territorio della Città Metropolitana di Reggio

“Il mare risorsa straordinaria, un plauso a tutta la comunità che ha consentito di confermare il risultato”: così Carmelo Versace, sindaco della Citta Metropolitana di Reggio Calabria. “I riconoscimenti, assegnati dalla organizzazione non governativa internazionale per l’educazione alla sostenibilità Fee, Foundation for Environmental Education, sono andati quest’anno ai Comuni di Roccella Jonica, Siderno e Caulonia. Ancora una volta il territorio della nostra Città Metropolitana – ha sostenuto Versace – si conferma un’eccellenza nazionale nell’ambito della qualità della balneazione. L’organizzazione non governativa internazionale per l’educazione alla sostenibilità Fee, Foundation for Environmental Education, con sede in Danimarca e presente in 81 paesi, ha infatti assegnato qualche ora fa ben tre bandiere blu al nostro territorio. In particolare, in perfetta continuità con ciò che è avvenuto lo scorso anno, sono stati premiati i Comuni di Roccella Jonica, Siderno e Caulonia, tre vere e proprie perle dell’area metropolitana, centri di straordinaria appetibilità turistica che sono stati capaci di unire agli aspetti legati alla qualità ambientale delle acque, anche una corretta gestione dei servizi complementari alla balneazione e all’accoglienza turistica”. E’ quanto afferma in una nota il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace, complimentandosi con le comunità dei tre centri del comprensorio jonico che hanno ottenuto anche quest’anno il prestigioso riconoscimento. “Da notare – ha aggiunto Versace – che più del 11% delle spiagge premiate dalla Commissione, che analizza le coste di tutto il mondo, si trovano in Italia. E molte di queste naturalmente al Mezzogiorno. In Calabria sono ben 19 le spiagge riconosciute, equamente suddivise su tutto il territorio, segno delle straordinarie potenzialità, purtroppo a volte ancora inespresse, che le coste calabresi, ed in particolare metropolitane, hanno nei confronti dell’utenza turistica, ma anche degli stessi calabresi, che hanno la possibilità di godere di un mare tra i più belli in Italia e al mondo”. “Le più sincere felicitazioni – ha poi aggiunto Versace – vanno agli Amministratori che guidano i Comuni premiati, ma anche agli operatori turistici, alle associazioni, a tutto il comparto produttivo che sta dietro il settore dei servizi alla balneazione che ha contribuito al raggiungimento di questo brillante risultato. Ancora una volta il mare si conferma una risorsa straordinaria. La Città Metropolitana sarà sempre al fianco delle realtà più virtuose del nostro territorio, promuovendo le buone pratiche e le straordinarie bellezze paesaggistiche che sempre di più ormai sono attenzionate con grande interesse dai circuiti turistici internazionali. Al contempo – ha concluso il facente funzioni – il nostro obiettivo, deve essere quello di attenzionare nello specifico anche le realtà dove sono ancora presenti criticità che non consentono di rendere il sistema di accoglienza turistica e la gestione dei servizi dedicati al mare ed alla balneazione ancora migliore e più omogeneo su tutto il territorio”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x